martedì 16 maggio 2017

Legion - Stagione 1

Legion
(serie TV, stagione 1)
Episodi: 8
Creatore: Noah Hawley
Rete Americana: FX
Rete Italiana: FOX
Cast: Dan Stevens, Rachel Keller, Aubrey Plaza, Bill Irwin, Jeremie Harris, Amber Midthunder, Katie Aselton, Jean Smart
Genere: Fantascienza, Supereroi


Negli scorsi mesi tutti gli appassionati di fumetti e di cinecomic hanno fatto un gran parlare di "Legion", la serie TV andata in onda su FX e con protagonista Legione, un componente degli X-Men - che tra l'altro sono gli unici supereroi i cui film dedicati mi sono particolarmente indigesti, ogni volta che tento di guardarne uno mi va di traverso tutto ciò che ho mangiato nella settimana precedente -, interpretato dal Dan Stevens già apprezzato dalle donzelle per il suo ruolo nella serie britannica "Downton Abbey" e dai maschietti per il suo personaggio pazzesco protagonista del film sorpresa di un paio di anni fa "The Guest". Tutti che hanno gridato al capolavoro per quel che riguarda la prima stagione di questa serie e io che, dopo il primo episodio, ho anche pensato che lo potesse essere per davvero.
Il primo episodio di "Legion" è qualcosa di veramente folgorante, registicamente magnifico, con dei momenti di vera e propria follia e in grado di presentare nella giusta maniera i vari personaggi della vicenda. Il fatto che di questo primo episodio si capisse veramente poco per come è stato strutturato passa in secondo piano davanti all'effettiva bellezza della messa in scena e poi è risaputo, da tempo, che mi piace spesso e volentieri guardare dei prodotti che non si preoccupino troppo di spiegare quanto più che altro di narrare. A fine primo episodio ho pensato "Non ho capito, ma bello!". Ci troviamo però davanti ad una serie TV, che ha dei tempi lunghi, che può sì essere cervellotica quanto si vuole, ma che, prima o poi deve dare qualche spiegazione allo spettatore. Ed a questa bellezza visiva del primo e anche di tutti gli episodi successivi non è seguita la tanto agognata spiegazione degli eventi, di ciò che viene non-narrato in tutta la prima stagione. Lo spettatore finisce così tanto dentro la mente contorta che contorta è un eufemismo di Legione, che, in maniera razionale, mi vien da pensare che pure gli autori a un certo punto non abbiano capito più niente.
Ora, dal secondo al settimo episodio mi è venuta una voglia matta di andare, uno per uno, da tutti quelli che hanno visto la serie prima di me e hanno detto "CAPOLAVOROHHH", rinchiuderli in una gabbia di vetro infrangibile e di farmi scrivere da ognuno di essi un libretto di istruzioni per capire la serie. Perchè "Capolavoroh, capolavoroh", ma adesso ti metti lì e me la spieghi e se non la capisco ti taglio le mani. Con enorme sorpresa però questa prima stagione di "Legion" si riscatta clamorosamente con il suo ultimo episodio, in cui buona parte delle cose che venivano non-narrate dalla non-narrazione di questa serie vengono a galla e, per quel che ci ho capito io, quadrano pure! E allora forse questa prima stagione di "Legion", bellissima e coraggiosissima dal punto di vista dello stile e dei dialoghi, ma anche, perchè no, delle interpretazioni dei protagonisti, ma che sono ben lungi dal definirla un capolavoro anche perchè sennò dovrei rinchiudermi in una gabbia di vetro infrangibile per scrivere un manuale di istruzioni per me stesso, aveva davvero qualcosa da dire al suo pubblico, era stata davvero ben strutturata a livello di sceneggiatura... per quelli che però non si sono arresi al fatto di non averci capito un acca fino all'ultimo episodio.

Voto: 7,5

3 commenti:

  1. Oh bene, sono contento che ti sia piaciuta, sarebbe stato complicate scrivere il manabile chiuso nella scatolona ;-) No scherzo a parte, non è un capolavoro, ma una serie che si prende i suoi tempi sperimentando un casino, inizio e fine sono ottime, bisogna pazientare nella parte centrale, ed ora vediamo cosa combineranno con la stagione numero due ;-) Cheers!

    RispondiElimina
  2. Al primo episodio ho esclamato anch'io di non aver capito niente ma che era bello, ed alla fine sono rimasto di stucco (per quanto m'è piaciuto), comunque capolavoro non è anche se gli ho dato un'ottimo voto, perché a volte è lento, ma geniale, intrigante, divertente e spettacolare visivamente certamente lo è ;)
    In ogni caso anch'io digerisco poco gli X-Men..

    RispondiElimina
  3. Anche per me un pilot clamoroso e poi un calo netto con le puntate successive...
    Da una parte una grande sorpresa, dall'altra una mezza delusione. Nel complesso comunque pure per me il giudizio è decisamente positivo.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...