mercoledì 12 settembre 2012

Quasi amici

Francia 2011
Titolo Originale: Intouchables
Regia: Olivier Nakache, Éric Toledano
Cast: François Cluzet, Omar Sy, Anne Le Ny, Audrey Fleurot, Clotilde Mollet, Alba Gaïa Bellugi, Cyril Mendy, Christian Ameri, Grégoire Oestermann, Thomas Solivéres
Genere: Commedia, Drammatico

La trama in breve: Philippe, da anni paraplegico, è alla ricerca di un badante personale. Dopo averne visionati parecchi non soddisfacenti, si presenta alla sua porta Driss, immigrato senegalese, solo per farsi firmare la lettera di rifiuto per ottenere il sussidio di disoccupazione. Philippe decide di assumere Driss come badante, che col tempo riuscirà ad abituarsi al suo ruolo e a far vivere una nuova vita al suo datore di lavoro.

Il cinema francese ci offre questa pellicola, da noi uscita agli inizi del 2012, accolta molto positivamente dalla critica e che è riuscita a far commuovere tutta Europa grazie alla sua storia di speranza e di grande interesse umano. La vittoria principale di questo film sta nella scelta del protagonista della vicenda, una vicenda comunque non facilissima che grazie a Omar Sy (vincitore del Premio Cèsar come miglior attore e del premio Lumière per lo stesso merito)  viene vista con un'inconsueta leggerezza ed ilarità.


Grandissimo merito a lui, che, interpretando un personaggio spontaneo, fuori dagli schemi, non senza difficoltà nella vita di tutti i giorni, riesce a rendere gli spettatori partecipi della sua vicenda e del suo amico-datore di lavoro. E' una storia di grande speranza quella di cui ci parla questo film. E' una storia in cui una persona riesce a portare ad un'altra tutta la sua vitalità e a "contagiarla" con il suo sorriso.


Ed è proprio così che accade al personaggio Philippe, ben interpretato François Cruisette, costretto da anni su una sedia a rotelle, avendo perso la sensibilità e la capacità di movimento dal collo in giù. Ottima ed azzeccata anche la colonna sonora, che spazia dalla musica classica, alla disco un po' più moderna, fino ad arrivare ad un bel pezzo jazz.


Un piccolo difetto va nel non aver esplorato a dovere il rapporto tra Philippe e la figlia, lasciato un po' sbrigativamente ad una sgridata perchè lei non rispetta chi lavora nella casa e una delle poche scene importanti in cui è coinvolta ci viene lasciata in sospeso, senza mai indagare più a fondo.


Voto: 7/8

3 commenti:

  1. [...] Regia: Olivier Nakache, Éric Toledano Genere: Commedia Leggi la mia RECENSIONE [...]

    RispondiElimina
  2. Ciao, ho scoperto il tuo blog oggi, e l'ho letto per 2 ore di fila (mi vergogno a dirlo...) sono molto d'accordo con i tuoi voti e le tue recensioni, credo che abbiamo gli stessi gusti in fatto di cinema... però a questo film avrei dato almeno 9...

    Grazie per tutto quello che condividi sulla tua passione.

    Buona Fortuna

    RispondiElimina
  3. Grazie mille dell'incoraggiamento e per tutto il resto. Guarda, a pensarci bene io il voto lo do di pancia subito dopo aver visto il film. Poi ci sono dei film che crescono alla distanza (come questo, soprattutto dopo la seconda visione) ed altri che mi calano.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...