giovedì 6 giugno 2013

Pazze di me

Italia 2013
Titolo Originale: Pazze di me
Regia: Fausto Brizzi
Sceneggiatura: Fausto Brizzi, Marco Martani, Federica Bosco
Cast: Francesco Mandelli, Loretta Goggi, Chiara Francini, Claudia Zanella, Marina Rocco, Valeria Bilello, Lucia Poli, Paola Minaccioni, Flavio Insinna
Genere: Commedia


La trama in breve: Andrea è l'unico maschio in una famiglia completamente femminile. Il padre ha abbandonato la famiglia quando Andrea era ancora piccolo e non si è più fatto vedere. Da lì in poi le donne della famiglia, vista anche la schiacciante superiorità numerica, hanno preso il sopravvento, soprattutto invadendo la vita sentimentale di Andrea.



Un film che inizia con la frase "Sono cazzi tuoi" non c'è modo che inizi sotto i migliori auspici. Stavo quasi per decidere di chiuderla lì e mettermi a guardare altro. Probabilmente avrei fatto meglio, vista la qualità non certo elevata del film, ma la sua visione devo dire che non l'ho odiata come pensavo.


Il problema fondamentale del cinema italiano di questi ultimi anni mi è sembrato essere che si tirino fuori attori da posti in cui non nascono attori (non intendo dal culo, sia chiaro), comici nemmeno troppo comici si improvvisano attori di film comici, ma soprattutto, male assoluto, le trame dei nostri film sono sempre quelle. Siamo stantii, ci piace troppo quello che facciamo e continuiamo a prenderlo e a ripeterlo all'infinito.


A parte questo problema di fondo il film non fa nemmeno così schifo come mi sarei ragionevolmente aspettato (soprattutto visto l'incipit disastroso con il famoso "Sono cazzi tuoi!"), anzi a un certo punto rimango catturato dalla sua comicità nemmeno tanto sottile, anche se troppo estemporanea. Tra gli attori protagonisti non ho idea di chi mi piaccia di meno. Francesco Mandelli è uno dei principali fautori del successo de "I soliti idioti"... Potrei odiarlo di più? Chiara Francini è talmente insopportabile che è probabilmente l'unica persona della quale non riesco proprio a sopportare il marcato accento toscano. Le altre sono praticamente delle comparse. Loretta Goggi non fa nemmeno testo a conferma della tesi secondo cui nel nostro paese nascono attori da posti in cui non dovrebbero nascere. Si salva giusto Valeria Bilello... Ok, anche lei non è propriamente un attrice, ma io non riesco a ricordarla diversamente da colei che in gioventù consideravo "la veejay più gnocca della storia". E se la cava anche abbastanza decentemente.


Voto: 5

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...