venerdì 20 gennaio 2012

Dreamworks

Se il decennio che va tra il 1990 e il 2000 è stato decisamente segnato dai film Disney, quello tra il 2000 e il 2010 (e anche il 2011 perchè no) è stato segnato dai film d'animazione della Dreamworks.  Purtroppo non si possono confrontare in maniera equa i due decenni, visto che il primo film della Dreamworks Animation, "Z La Formica", risale al 1998, mentre i film della Disney hanno una storia che va ben oltre nel passato.

Ma se appunto gli anni 90 ci hanno dato film d'animazione indimenticabili da parte della Disney, questa è stata soppiantata quasi totalmente dai nuovi film d'animazione, fatti con una tecnologia di base molto diversa da quella che ha portato al successo film come "Il Re Leone", "Pocahontas", "Hercules", "Tarzan", "Aladdin" e chi più ne ha più ne metta. Ma perchè ora i film Disney del 2000 non hanno riscosso lo stesso successo, quasi inarrivabile, dei suoi predecessori? Probabilmente il fatto che questi nuovi film hanno fondamentalmente trame fatte per bambini, che attirano in modo diverso il pubblico più adulto.

Cosa che non si può di certo imputare ai film Dreamworks. Il faro nella notte per questa casa produttrice è stato sicuramente il successo planetario di "Shrek", seguito dai suoi seguiti, di "Madagascar", "Giù per il tubo", "Mostri contro Alieni", il più recente capolavoro "Kung Fu Panda"  e l'ultimo "Il gatto con gli stivali" (personaggio preso in prestito da Shrek ovviamente).

La cosa che si nota maggiormente in questi nuovi film sono le citazioni. Citazioni che un pubblico di bambini non può capire a fondo. Altra chiave del successo è la creazione di personaggi che fanno da "macchietta" per l'intero film. Personaggi secondari che tendono ad entrare nel cuore del pubblico per le poche scene, estremamente divertenti, in cui sono coinvolti. Basti pensare ai Pinguini di Madagascar, piccolissimi ed implacabili militari addestratissimi o al Gatto con gli stivali nei film di Shrek, grandissimo ed amorevole spadaccino. E soprattutto, si ride tendenzialmente per tutto il film, mentre i film Disney puntano molto di più sull'emozione.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...