sabato 21 luglio 2012

The Amazing Spider-Man

Questa annata è stata senz'altro quella dedicata ai supereroi. Quindi, dopo il film "The Avengers" è arrivato il reboot di Spider-Man, dopo la fortunata e solida trilogia firmata Sam Raimi dedicata all'eroe spara-ragnatele, e a fine Agosto arriverà il piatto forte, "Il cavaliere oscuro - Il ritorno", firmato Christopher Nolan (che tra l'altro ieri alla prima negli USA è stato protagonista di una bruttissima tragedia in un cinema di Denver).


Da adoratore dello spara-ragnatele, questo primo capitolo del reboot firmato Marc Webb non avrei potuto perderlo per niente al mondo.


USA 2012
Titolo Originale: The Amazing Spider-Man
Regia: Marc Webb
Cast: Andrew Garfield, Emma Stone, Rhys Ifans, Sally Field, Denis Leary, Martin Sheen
Genere: Azione, Supereroi



La trama in breve: Il film riprende gli inizi della carriera del supereroe Spider-Man, concentrandosi sul mistero riguardo la morte dei genitori di Peter Parker, la presa coscienza dei propri poteri da parte del protagonista, il suo rapporto con la bella Gwen Stacy e la lotta contro l'imminente pericolo rappresentato da Lizard, nato da una mutazione dovuta a un errore nella sperimentazione dell'incrocio delle specie sul proprio corpo.


La nuova saga del ragnetto nasce costellata di grandi dubbi. Uno su tutti l'estrema vicinanza con la precedenta saga firmata Sam Raimi, che si rivelava solidissima, soprattutto nei primi due episodi, per poi sbroccare abbastanza nel terzo, in cui sono stati inseriti decisamente troppi antagonisti. Il dubbio nasce dal fatto che è difficile affezionarsi tanto ad una nuova saga quando è piaciuta tanto quella precedente, riscuotendo grande successo di critica e pubblico, soprattutto se arriva a così pochi anni di distanza.


Questa ripresa della saga si rivelava dichiaratamente molto più cupa e tetra della precedente, mantenendo una buona dose di realismo e cercando di indagare maggiormente nei rapporti umani tra i protagonisti. E in questo capitolo la promessa sembra essere mantenuta (anche se pure nella precedente serie qualcosa c'era). Di veramente nuovo c'è il mistero sulla morte dei genitori di Peter Parker, sul quale i registi e gli sceneggiatori sembrano voler puntare molto, e a testimoniarlo c'è un'eloquente scena dopo i titoli di coda (che ovviamente ci preannuncia anche la presenza di un sequel).


Come ho sempre pensato in film del genere è il cattivo a mandare avanti la baracca. "Il cavaliere oscuro" era un capolavoro per la magistrale interpretazione di Heath Ledger nei panni di Joker, "The Avengers" funziona alla grande anche perchè Loki è veramente un gran cattivo. In questo film invece Lizard non mi ha convinto più di tanto, anche se c'è da dire che rispetto al resto della storia ha un ruolo piuttosto secondario.


Per il resto veramente ben realizzate le scene d'azione, davvero bello il modo in cui è stato reso il costume di Spider-Man e la realizzazione di Lizard. Una scena finale che è un omaggio neanche troppo velato al 3D, peccato che io l'ho visto in 2D il film e quindi qualcosa me la sono persa di sicuro.


Andrew Garfield funziona bene nel ruolo sia del ragazzo insicuro e pieno di problemi all'inizio, sia nel momento in cui prende consapevolezza delle proprie capacità. Regge bene anche Emma Stone nel ruolo di Gwen Stacy, non facendoci rimpiangere assolutamente Mary Jane Watson interpretata da Kirsten Dunst nella precedente serie.


Voto: 7+

1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...