mercoledì 8 marzo 2017

xXx - Il ritorno di Xander Cage di D. J. Caruso (2017)

USA 2017
Titolo Originale: xXx: Return of Xander Cage
Regia: D. J. Caruso
Sceneggiatura: F. Scott Frazier
Cast: Vin Diesel, Samuel L. Jackson, Toni Collette, Nina Dobrev, Donnie Yen, Deepika Padukone, Kris Wu, Ruby Rose, Tony Jaa, Nicky Jam, Rory McCann, Al Sapienza, Michael Bisping, Ariadna Gutiérrez, Hermione Corfield, Tony Gonzalez, Héctor Aníbal, Ice Cube, Neymar
Durata: 107 minuti
Genere: Azione


Non ho mai nascosto quanto anni fa - molto probabilmente, anzi quasi sicuramente ai tempi delle medie - apprezzai il primo "xXx", con un Vin Diesel reduce dall'esperienza del primo "Fast and Furious" e che si consegnava agli annali del cinema come uno dei più grandi attori tamarri del nuovo millennio. Lo apprezzai in un modo probabilmente ingenuo, legato più che altro all'età totalmente immatura e completamente vuota dal punto di vista della storia del cinema, ma ancora oggi quando mi capita di riguardarlo, lo faccio sempre con un certo piacere, come dimostra la recensione che scrissi per l'evento organizzato dalla cricca di blogger di cui faccio parte per la rassegna "Meniamo le mani". Il secondo film, "xXx 2: The Next Level" con protagonista Ice Cube non lo vidi nemmeno, ma in occasione del ritorno del personaggio di Xander Cage risultava quasi obbligatorio - ma forse anche no - rispolverare questa saga action mai decollata veramente e per la quale l'unico capitolo con un senso di esistere appare essere il primo.
Il problema fondamentale di questo terzo film - che poi sarebbe in realtà un seguito diretto del primo, più che del secondo che appare più che altro come un film a parte - è che in qualche modo tenta, senza riuscirci particolarmente, di ricalcare quelle che erano state le scene più interessanti, ovviamente parlando a livello di cinema d'azione, del primo film. Perchè, tanto per fare un solo esempio, riprendere la scena in cui Xander viene coinvolto in una specie di finta esercitazione che viene da lui abilmente smascherata proprio come nel primo capitolo avviene nella famosa scena della tavola calda? Perchè chiaramente le idee scarseggiano e la voglia di inventarsi qualcosa di veramente originale era poca.
Un secondo problema del film sta proprio nello stesso Vin Diesel e un po' in tutto il cast in generale. Mentre il primo appare abbastanza stanco e imbolsito, quasi svogliato nel riprendere in mano una saga che non gli piace poi così tanto - al contrario di quella di "Fast and Furious" - il resto del cast non sembra proprio all'altezza e l'unico personaggio che mi appare minimamente riuscito, anche se più che altro per meriti di altro tipo e perchè questa attrice proprio mi piace tanto, è quello di Becky, cervellona nerd gnocca e ingenua interpretata da Nina Dobrev. Ecco un altro problema grosso del film: quando gli autori del cinema americano capiranno che le nerd gnocche non esistono? Già tentano di illuderci con Mackenzie Davis nella serie "Halt and Catch Fire", se poi ce le mettono anche in film di puro testosterone come questo la cosa diventa fastidiosa. E se non fosse che le scene d'azione, o almeno solo alcune di esse, sono abbastanza girate bene e anche piuttosto esaltanti, questa pellicola sarebbe da bocciare su tutta la linea.

Voto: 5-

3 commenti:

  1. Veramente deludente, sembra un film fuori tempo massimo, il primo sarà stato pure tamarissimo, ma almeno era divertente, questo, se non fosse stato per Donnie Yen, una noia mortale, concordo in pieno con te. Cheers!

    RispondiElimina
  2. Potrei vederlo per Nina Dobrev in versione cervellona nerd gnocca, però per il resto mi confermi che sembra perdibilissimo...

    RispondiElimina
  3. Peccato, una delusione... Nonostante non mi aspettassi troppo...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...