Momentum di Stephen Campanelli (2015)

Sudafrica, USA 2015
Titolo Originale: Momentum
Regia: Stephen Campanelli
Sceneggiatura: Adam Marcus, Debra Sullivan
Cast: Olga Kurylenko, James Purefoy, Morgan Freeman, Karl Thaning, Colin Moss, Lee-Anne Summers, Aidan Whytock, Richard Lothian, Shelley Nicole, Daniel Fox, Scot Cooper, Brendan Murray, Hlomla Dandala, Jenna Saras, Kingsley Pearson
Durata: 96 minuti
Genere: Azione, Thriller

Sono da sempre un grande sostenitore dell'equilibrio personale tra visioni più impegnative ed altre in cui il lavoro cerebrale richiesto sia tendente allo zero. Per quanto in questo periodo, tra una visione di film da Oscar e l'altra, stia propendendo maggiormente verso la seconda alternativa, continuo a sostenere la validità dell'alternanza tra i miei due approcci ai prodotti audiovisivi. Proprio in quest'ottica, facendo zapping su Netflix in una delle ormai poche serate libere che mi rimangono, sono incappato in Momentum, pellicola sudafricana diretta da Stephen Campanelli e presentata nel 2015 al Fantasia International Film Festival di Montreal. Il regista, canadese di nascita e al suo primo lungometraggio dietro la macchina da presa, si avvale nel cast di nomi decisamente buoni per un film d'esordio nel cinema action: Olga Kurylenko è la protagonista assoluta, James Purefoy è il principale villain della vicenda, mentre, dietro le quinte e come personaggio con una presenza marginale sulla scena abbiamo anche Morgan Freeman.

In seguito ad una rapina all'interno di un caveau in una banca di Città del Capo un gruppo di criminali fugge con una grande quantità di diamanti. Una donna, che sembra essere a capo dell'operazione, viene smascherata el corso del colpo e vista in volto dagli ostaggi, è ricercata dalla polizia. La banda di rapinatori si divide, ma Alex e Kevin, che è incaricato di tenere il bottino, si ritrovano nello stesso albergo. Nel frattempo, su ordine di un senatore americano, un gruppo di criminali guidato da Mr. Washington irrompe nell'hotel, alla ricerca dei diamanti e di un flash drive conservato e rubato assieme al bottino. I sicari uccideranno Kevin e, accortisi della presenza di Alex all'interno della stanza, inizieranno a dare alla caccia anche a lei.

Per quanto riguarda i miei gusti cinematografici, ho trovato in "Momentum" un film a due facce: una che ho apprezzato decisamente - ovviamente nell'ottica della visione ad impegno zero - mentre un'altra l'ho detestata con tutto me stesso. Partiamo dai punti di forza: dal punto di vista del puro intrattenimento, la pellicola, complice anche la breve durata, riesce a fare egregiamente il suo lavoro, al suo interno sono presenti buone scene d'azione e una buona dose di violenza, apprezzabilissima. Inoltre la protagonista Alex, interpretata dalla Kurylenko, è un personaggio cazzutissimo e senza scrupoli, tacciata come l'agnello indifeso dal gruppo di villain si dimostrerà un personaggio forte e furbo, anche se non particolarmente sviluppato a livello di sceneggiatura. Dall'altro lato ci sono evidenti punti negativi: la sceneggiatura porta lo spettatore ad interessarsi ad un complotto politico che, di fatto, non verrà mai spiegato. Inoltre, essendo "Momentum" pensato come primo capitolo di una saga poi mai proseguita, risulta incredibilmente incompleto per quanto riguarda il finale e le questioni chiuse. Altro punto negativissimo James Purefoy, attore che personalmente non ho mai capito particolarmente, ma che non mi aveva mai fatto tanto schifo come in questa pellicola: odio, fortissimamente odio, i cattivi che cercano di rendersi minacciosi con battutine, ostentata sicurezza, quasi a volersi sforzare di essere affabili al limite del sensuale. Purefoy in questo film calca incredibilmente la mano su questa caratteristica e il risultato è che ho sperato quasi di essere io il protagonista del film per uccidere il personaggio di Mr. Washington nel modo più doloroso possibile.

"Momentum" è abbastanza lontano dall'essere un buon film. E' però una visione che nel corso della sua breve durata riesce a non farsi volere troppo male e a far passare un'oretta e mezza in serenità e senza mettere particolari pensieri nel cervello.

Commenti

Post popolari in questo blog

His House di Remi Weekes (2020)

OSCARS BEST MOVIES - Casablanca di Michael Curtiz (1942)

Marie Antoinette di Sofia Coppola (2006)