NOTTE HORROR 2021 - Morte a 33 giri di Charles Martin Smith (1986)

USA 1986
Titolo Originale: Trick or Treat
Regia: Charles Martin Smith
Sceneggiatura: Michael S. Murphey, Joel Soisson
Cast: Marc Price, Tony Fields, Lisa Orgolini, Doug Savant, Glen Morgan, Gene Simmons, Ozzy Osbourne
Durata: 98 minuti
Genere: Horror

Anche in questo 2021 si rinnova la tradizione che vuole la solita cricca di blogger impegnata a riportare in vita le atmosfere di "Notte Horror", rassegna che negli anni novanta proponeva in seconda serata, ogni martedì estivo, film del terrore. Un'iniziativa letteralmente esplosa negli anni novanta, per poi scemare un po' con il nuovo millennio e venire proposta, su Italia 1, a fasi alterne e senza che Mediaset ci credesse poi tanto. Ma, per noi cresciuti in quegli anni, "Notte Horror" è un ricordo indelebile e vogliamo portarlo sui vostri schermi in versione scritta, con due appuntamenti, uno alle 21 e uno alle 23, tutti i Martedì di Luglio e Agosto. Dopo di me questa sera toccherà a Il Zinefilo" con la sua recensione de "La setta", mentre ora è il momento di parlare di "Morte a 33 giri", pellicola del 1986 diretta da Charles Martin Smith.

Dopo una carriera iniziata come attore in diverse pellicole anche di ottimo livello - vedi ad esempio "American Graffiti" - si sposta dietro la macchina da presa per girare proprio "Morte a 33 giri", continuando anche nel frattempo la sua carriera di attore. Dopo aver diretto questa pellicola, i successivi lungometraggi da lui diretti appartengono al genere che odio di più: i film sugli animali, cani che giocano a calcio, cani che salvano il Natale, delfini curiosi e cose varie, uno dei generi cinematografici che mi dà incubi più del peggior film horror io possa immaginare. Il protagonista della vicenda è interpretato da Marc Price, attore che dopo questa partecipazione non ha più particolarmente brillato, mentre del cast fanno parte anche grandi stelle della musica rock quali Ozzy Osbourne - sempre sia lodato! - e Gene Simmons - prega per noi!

Eddie, soprannominato Ragman, è un giovane appassionato di musica heavy metal - la musika del demonio, cuella ke se la ascolti al contrario uccidhi le perzone o ti uccidi te da solo! - e grande ammiratore di Sammi Curr cantante accusato per i suoi atteggiamenti e perchè reo di scrivere testi della musika del demonio, cuella ke se la ascolti al contrario uccidhi le perzone o ti uccidi te da solo! A causa dei suoi gusti musicali e del suo modo di vestire - la musika del demonio porta anche a cuesto, ti vesti più male delle perzone normali! - è spesso emarginato e vessato dai suoi compagni di scuola, in particolare da un gruppo di bulli capeggiati da un certo Tim e ha pochi amici che lo difendono dalle angherie di questi bulli. Presto la vita di Eddie verrà sconvolta dall'apprendere della morte del suo idolo in un incendio, ma il ragazzo verrà in possesso di un vinile completamente inedito, inciso dallo stesso Curr prima di morire. L'ascolto del disco durante la notte metterà Eddie in contatto con il musicista, che in qualche modo gli darà consigli su come vendicarsi di tutte le persone che stanno rendendo la sua vita un inferno.

Dopo averne sentito parlare e letto tra i film horror consigliati per tanti anni, ho deciso di dare un'opportunità a "Morte a 33 giri", pellicola che da una parte ha soddisfatto quell'esigenza di vedere un horror abbastanza sanguinolento e con una buona dose di trash, mentre dall'altra presenta una colonna sonora che difficilmente avrei potuto disprezzare, interamente composta dalla band britannica dei Fastway. "Morte a 33 giri" vuole in qualche modo narrare quell'epoca in cui le band metal andavano fortissimo, tant'è che tra le mani della madre del protagonista passano vinili e poster di gruppi di culto quali Judas Priest, Motley Crue e via dicendo, stigmatizzando anche quel luogo comune/superstizione/leggenda metropolitana secondo cui la musica heavy metal ispirasse violenza in chi la ascoltava. Dal punto di vista della critica il risultato è quello che è: non vi è posta gran forza su questo aspetto, si fa più che altro leva su varie dicerie - ascoltare i dischi al contrario, ad esempio - così come la visione non incute una gran paura, è anzi un buon modo per mettere in mostra degli effetti speciali con tanto liquame e tanta plastilina e qualche morte un po' creativa, ma nulla di più. Nell'ottica di una visione notturna dedicata proprio alla rassegna "Notte Horror" è forse la pellicola perfetta, non penso possa però essere più di questo!

Partecipano alla rassegna anche i blog indicati qui sotto (tra parentesi il film scelto). I link saranno aggiornati di settimana in settimana!

6 luglio 2021
Ore 21: La Bara Volante (Society)
Ore 23: Cinemuffin (Future Animals)

13 luglio 2021
Ore 21: Il Bollalmanacco di cinema (La casa 4: Witchcraft)
Ore 23: La fabbrica dei sogni (Tenebre)

20 luglio 2021
Ore 21: Non c'è paragone (Morte a 33 giri)
Ore 23: Il Zinefilo (La setta)

27 luglio 2021
Ore 21: Cooking Movies (Get Out)
Ore 23: Kings of Horror (La chiesa)

3 agosto 2021
Ore 21: The Obsidian Mirror (La casetta degli orrori)
Ore 23: Solaris (Quella strana ragazza che abita in fondo al viale)

10 agosto 2021
Ore 21: In Central Perk (So cosa hai fatto)
Ore 23: Redrumia (Reanimator)

17 agosto 2021
Ore 21: Pietro Saba World (Creepozoids)
Ore 23: Director's Cult (Freaks)

24 agosto 2021
Ore 21: Vengono fuori dalle fottute pareti (Venerdì 13, pt. II)
Ore 23: Pensieri Cannibali (Army of the dead)

31 agosto 2021
Ore 21: In the mood of cinema (L'aldilà)
Ore 23: La stanza di Gordie (Compleanno di sangue)

7 settembre 2021
Ore 21: Vengono fuori dalle fottute pareti (Venerdì 13, pt. III)
Ore 23: Il Zinefilo (Il bacio del terrore)

Commenti

  1. Film perfetto per la Notte Horror, ottima scelta! Se in mio soccorso nel momento del bisogno dovesse venire il cantante che ascolto di più.. arriverebbe Lady Gaga! XD

    RispondiElimina
  2. Meraviglia, un classico assoluto con una colonna sonora incredibile. Ancora oggi i pezzi metallari di questo film fanno capolino in tutte le mie playlist (storia vera). Cheers!

    RispondiElimina
  3. Film che ho sempre sentito nominare più volte ma che, colpevolmente, continua a mancarmi. Magari per l'anno prossimo...?

    RispondiElimina
  4. Una possibilità sì, anche perché mi manca, sempre se riuscirò a "resistere" all'heavy metal ;)

    RispondiElimina
  5. Questo mi manca, lo recupererò in futuro xD

    RispondiElimina
  6. Un film che, se non fosse stato per quei due nomi urlati nella locandina, sarebbe precipitato nell'oblio dopo una settimana. Ma quelli erano gli anni dei primi nostri vagiti metal, delle prime magliette di Eddie e delle prime pezze cucite sulle chiappe (senza dimenticare "l'adesivo dei Kiss" di geiaxiana memoria) e ogni scusa era buona per andare a sentire maltrattare una chitarra e poter dire che eravamo brutti e cattivi. Il particolare che Ozzy appare in questo film per un totale di tre secondi è sempre stato secondario...

    RispondiElimina

Posta un commento

Quando commentate ricordate che si sta pur sempre parlando di opinioni, quindi siate educati. Apprezzo sempre una punta di sarcasmo, sarò il primo a tentare di rispondervi a tono.

Non sono in cerca di prestiti ultravantaggiosi, ma sono ben disposto verso le donazioni spontanee!

Post popolari in questo blog

Nightmare - Dal profondo della notte di Wes Craven (1984)

Love and Monsters di Michael Matthews (2020)

OSCARS BEST MOVIES - Eva contro Eva di Joseph L. Mankiewicz (1950)