giovedì 11 settembre 2014

Weekend al Cinema!

Con l'inizio della nuova stagione cinematografica ritorna, dopo quasi un anno e mezzo di pausa, la rubrica in cui parlo delle uscite settimanali al cinema, rispolverata in occasione della mia sopraggiunta crisi creativa tipica del mese di settembre (quanto me la meno) e con l'obiettivo di darle una certa continuità per farla diventare una rubrica fissa. Ovviamente per la maggior parte dei film che commenterò si parla di sentimento, di presentimento e non di dati ricavati dalla mia mente dopo la visione della pellicola. Ben dodici i film in uscita questa settimana, confermando quanto la scelta di non fare uscire nulla durante il periodo estivo faccia sì che, una volta che questo finisce, ci ritroviamo le sale piene di film, più o meno interessanti. Ma ora, pronti ai commenti!


Barbecue di Eric Lavaine

Pellicola francese che sembra, sia dal trailer sia da una breve lettura della trama, non poter offrire particolari sorprese nè essere particolarmente interessante. Si sa però che dare un film francese per morto può rivelarsi una pessima scelta, quindi chissà mai che una visione spensierata gliela si possa concedere



Everyday Rebellion di Arash T. Riahi e Arman T. Riahi

Io e i film documentario non siamo mai andati particolarmente d'accordo, quindi questo lo passo più che volentieri.



Frances Ha di Noah Baumbach

Consigliatissimo per chi ancora non ha avuto modo di recuperarlo o di vederlo per vie traverse. Io invece l'ho già visto all'inizio di quest'anno, pur con considerevole ritardo con buona parte dei blogger della blogosfera, ma mai tanto quanto quello dei distributori italiani. Per farvi un'idea leggete pure la mia recensione!



La zuppa del demonio di Davide Ferrario

Documentario italiano sull'industrializzazione. Passerò volentieri anche questo.



Le due vie del destino di Jonathan Teplitzky

I trailer televisivi lo esaltano, a me puzza di polpettone, ma l'interesse personale comunque c'è. La presenza di Colin Firth un po' mi blocca, un po' meno quella di Nicole Kidman e di Stellan Skarsgard e il tema del ritorno dalla guerra che sempre mi ha affascinato.



Necropolis - La città dei morti di John Eric Dowdle

Io e l'horror siamo praticamente una cosa sola. Non perchè io sia un mostro bruttissimo, ma perchè, soprattutto per quanto riguarda le ultime uscite, raramente mi faccio scappare qualcosa. Come però spesso accade ultimamente con l'horror il pericolo ciofeca è assulutamente altissimo, motivo per cui la visione gliela concederò sicuramente, ma mantengo le mie aspettative nè ad un livello troppo basso nè troppo alto.



Senza nessuna pietà di Michele Alhaique

Film presentato giusto una settimana fa durante il Festival del Cinema di Venezia, accolto in maniera generalmente positiva dalla critica. Da parte mia c'è la giusta curiosità per ciò che ho letto in giro per la rete su questa pellicola, ma soprattutto per l'esordio alla regia di Alhaique e per come sarà riuscito a rendere su schermo il tema del film



Sex Tape di Jake Kasdan

Ennesima commedia "sexy" con protagonista Cameron Diaz e un video finito erronamente sulla rete. Tema scottante soprattutto dopo aver visto le foto di Jennifer Lawrence, sarà un caso la programmazione proprio in questi giorni? Oppure sono stati proprio i distributori a rubare le foto delle star? Solitamente queste commedie cerco di evitarle, ma in realtà questa sembra quanto meno simpatica e divertente, quindi non ad ora non le precludo la visione. Poi Cameron Diaz è ancora una bella gnoccona!



The Giver - Il mondo di Jonas di Philip Noyce

Ennesimo film tratto da una saga letteraria fantasy, ennesimo film su un futuro fantascientifico distopico. NON POSSO PERDERLO ASSOLUTAMENTE! Il pericolo ciofeca anche in questo caso è sempre in agguato, ma il trailer ed un buon cast (soprattutto per quanto riguarda i più "vecchi", mentre sui più giovani non ho abbastanza conoscenze) possono renderlo una buonissima visione.



The Protector 2 di Prachya Pinkaew

Film d'azione thailandese, seguito di "The Protector - La legge del Muay Thai" che non ho visto, ma che sembra una tamarrata di proporzioni bibliche. In attesa di un ipotetico recupero del primo, metto tranquillamente in stand-by questo seguito ad un futuro prossimo che potrebbe non giungere mai.



Vinodentro di Ferdinando Vicentini Orgnani

Pellicola italiana che dal trailer non sembra lasciar presagire buone cose. D'altronde verrà anche trasmessa immagino in pochissime sale in tutta Italia, quindi non penso che dedicherò del tempo a questa visione.



Si alza il vento di Hayao Miyazaki

Qui ci sono decisamente poche parole da spendere. O forse moltissime, dipende da quanto tempo potreste stare qui a leggermi. Il ritorno del maestro Miyazaki, da me attesissimo, con il suo ultimo film candidato all'Oscar, che pare anche poter essere l'ultimo prima del suo ritiro dalle scene. Ovviamente qui in Italia verrà mandato in sala soltanto per quattro giorni. Peccato che si preannunci decisamente come un film da non perdere assolutamente!


1 commento:

  1. Andrò a vedere Necropolis sicuramente. Quanto a The Wind Rises, a parte che dove abito io non lo hanno programmato, ma ormai aborro il doppiaggio italiano per gli anime, quindi...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...