lunedì 29 agosto 2016

Lights Out - Terrore nel buio di David F. Sandberg (2016)

USA 2016
Titolo Originale: Lights Out
Regia: David F. Snadberg
Sceneggiatura: Eric Heisserer
Cast: Teresa Palmer, Gabriel Bateman, Maria Bello, Alexander DiPersia, Billy Burke, Alicia Vela-Bailey, Lotta Losten, Andi Osho, Amiah Miller, Emily Alyn Lind, Ava Cantrell
Durata: 75 minuti
Genere: Horror

Tempo fa mi capitò davanti agli occhi un corto particolarmente bello, intitolato proprio "Lights Out" e diretto da David F. Sandberg, lo stesso regista che poi si è dedicato alla direzione del lungometraggio di cui vi voglio parlare oggi. Partendo però dall'inizio, quel corto, che dura due minuti e mezzo, è stata una delle più belle "cose horror" - che bel termine "cose horror" - che abbia visto negli ultimi tempi, in grado di tenere lo spettatore in tensione costante per tutta la sua durata per arrivare poi ad un finale spaventoso, con un jump-scare ben orchestrato, in grado addirittura di far ridere dato che il mostro che compare è piuttosto ridicolo. Memore di quel corto avevo accolto l'uscita di "Lights Out - Terrore nel buio" sia con qualche riserva dovuta alla difficoltà di creare una trama consistente da un corto bellissimo per quanto fine a se stesso - comunque premiatissimo, altro che -, mentre dall'altra rimaneva comunque la curiosità e la speranza che la pellicola riuscisse a ricalcarne le atmosfere non perdendo la verve comica di quei due minuti e mezzo nella lunga durata.

Davanti a tali aspettative ho approcciato alla visione di "Lights Out - Terrore nel buio" e devo dire che mi sono trovato davanti, più nel male che nel bene, tutto ciò che mi aspettavo. Veniamo subito catapultati nella vicenda con una scena che ricalca, in tutto e per tutto, lo svolgimento del cortometraggio, con tanto di presenza di Lotta Losten per un cameo, con una citazione decisamente non necessaria dell'opera da cui era stato tratto il film. Dopo una scena iniziale che non mi è sembrata particolarmente giustificata ecco che comincia la vicenda, che ci narra di questa entità maligna che, ogni volta che le luci si spengono, perseguita Martin. Anche la sorella maggiore Rebecca da bambina era stata perseguitata dalla stessa entità e sarà compito suo salvare la sua famiglia e fare in modo che tutti vivano felici e contenti come nelle fiabe e con qualche morto in più.

La sensazione che ho avuto alla fine della visione è stata un po' quella che mi sarei aspettato: mi fa un po' arrabbiare il fatto che da un corto così geniale sia stato tirato fuori un filmettino mediocre come questo, soprattutto a livello di sceneggiatura che si tiene in piedi con gli sputi ed è quanto di più banale si possa vedere nel panorama horror odierno. Che poi è lo stesso tipo di film che piace a quelli che dicono che "The Witch" è "NOIOSOHHH E RIDICOLOHH", con tanti jump-scare e una sceneggiatura banale ed uguale a miliardi di miliardi di altre sceneggiature. Bisogna però dare atto al regista David F. Sandberg di essere stato in grado di creare delle atmosfere abbastanza intriganti, che bene o male ricalcano quelle del corto da cui il film è tratto, perdendone totalmente la verve comica. La sensazione è che il regista in questione possa fare in futuro dei lavori interessanti e tra questi nutro speranze anche per il sequel di quel disastro che è stato "Ouija", a lui affidato e che dal trailer sembra poter essere sicuramente qualcosa di meglio.

Voto: 4,5

9 commenti:

  1. Concordo col 4,5.
    Ne avevo sentito parlare bene, ma l'ho trovato pessimo (e anche ridicolo nella storiella tra la Bello e il fantasma friendzonato).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ABbastanza terribile. SInceramente mi sarei aspettato meglio viste alcune recensioni abbastanza positive. Evidentemente non hanno visto i milioni di film horror usciti in sto periodo uguali a questo...

      Elimina
  2. Devo ancora vederlo, ma ammetto che già il corto, per quanto interessante, non fosse comunque così clamoroso. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io il corto lo adoro, due minuti e mezzo di tensione assurda mescolata ad una certa dose di comicità. QUanti ci riescono in così poco tempo???

      Elimina
  3. Perfettamente d'accordo, girato anche decentemente ma moscio, quando ti ritrovi a pensare che il cortometraggio era meglio, vuol dire che qualcosa non funziona. Cheers!

    RispondiElimina
  4. Sembra proprio un horrorino dimesso... anche a me il corto era piaciucchiato, ma senza entusiasmi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un horrorino abbastanza inutile, più che altro. Il corto è certamente qualche spanna sopra!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...