martedì 25 ottobre 2016

MOVIES FOR HALLOWEEN 2016 - Scomparse di Hae-young Lee (2015)

Anche quest'anno, per il terzo anno consecutivo, ho deciso di fare una cosa che non fa nessun blog, ma proprio nessuno: dedicare una rubrica ai film consigliati per Halloween, quella festa americana che sta tanto sulle palle a quei cattolici integralisti che "Halloween è la festa di Satana! Celebrate l'amore del Signore!", ma anche a quegli italioti populisti e gientisti - la "i" sbagliata è fortemente voluta - che "Celebbriamo le feste itagliane, celebbriamo il primo di Novenbre - festa itaglianissima tralaltro -, lasciamo le americanate agli AmErIcAnI! Quando c'era LVI!!!". Ergo, se doveste appartenere a una di queste due categorie, prego, astenersi dal rompermi le palle. Se invece non ve ne frega nulla e volete solo sapere dei film, continuate a leggere. Così come se - come io non sono affatto, tra l'altro - siete appassionati della festa di Halloween, continuate pure a leggere!


Corea del Sud 2015
Titolo Originale: 경성학교: 사라진 소녀들 (Gyeongseong Hakgyo: Sarajin Sonyeodeul)
Regia: Lee Hae-young
Sceneggiatura: Lee Hae-young
Cast: Park Bo-young, Uhm Ji-won, Park So-dam, Kong Ye-ji, Joo Bo-bi, Shim Hee-seop, Park Seong-yeon, Ko Won-hee
Durata: 99 minuti
Genere: Horror

Tra le proposte del cinema horror di Netflix, che per ora sono ancora abbastanza soddisfacenti, condite più che altro o da vecchi film visti e rivisti oppure da nuove proposte di scarsa qualità, mi è stato consigliato da un amico di vedere "Scomparse", film sud coreano che dalla lettura della trama e dal trailer prometteva di essere abbastanza inquietante e disturbante. La mia passione per il cinema horror orientale poi - che purtroppo da un po' di tempo ho abbandonato, ma mi riprometto di recuperare qualche altro grande cult nel corso dei prossimi tempi - ha fatto il resto, convincendomi a vedere una pellicola che da una parte prometteva quanto già detto, mentre dall'altra non sembrava discostarsi da quelli che sono i canoni del cinema di quelle terre a noi tanto lontane la cui cultura influenza moltissimo la produzione di film horror veramente interessanti e molto diversi da quelli che sono i canoni occidentali.

"Scomparse", titolo adattato in questo modo da Netflix, che però ci propone la visione in lingua originale con i sottotitoli - altra cosa che a me sta benissimo a dir la verità - è ambientato in un collegio in cui le ragazze con maggiori capacità atletiche vengono invitate a Tokyo per proseguire gli studi, ma alcune di loro scompaiono misteriosamente, mentre altre mostrano uno strano aumento delle proprie capacità, sia a livello di forza sia a livello di prestazioni. Una partenza abbastanza buona che alterna momenti inquietanti ad altri un po' più riflessivi accompagnati da una parte da musiche parecchio malinconiche e dall'altra dal fatto che ci viene reso abbastanza difficile carpire le emozioni delle protagoniste. Ci sono momenti buoni che sicuramente non rivoluzionano la storia del cinema, ma che sicuramente non sono male a livello visivo e registico.

Un buon lavoro di introduzione della vicenda che però, purtroppo, viene malamente sprecato nelle sequenze finali: la spiegazione del mistero sulla sparizione di alcune delle ragazze risulta essere da una parte parecchio forzata, mentre dall'altra assolutamente banale. Non che il lavoro fatto precedentemente sulla pellicola fosse miracoloso o da capolavoro, ma quanto meno era dignitoso e il finale, che sembra essere messo abbastanza a casaccio, non si lega bene con la parte iniziale del film, smorzando completamente la tensione iniziale e facendola praticamente azzerare. Tutto ciò che di paranormale - e mediamente inquietante - era stato creato con la prima parte, va scemando con la seconda: in pratica, un buon potenziale completamente buttato nel finale.

Voto: 5+

3 commenti:

  1. Mi manca questo titolo, ma la preparazione per Halloween è in corso, prevedo un sacco di commenti di film horror nella blogosfera ;-) Cheers

    RispondiElimina
  2. Io per Halloween penso di vedere What do we do in the shadows, sempre distribuito da mamma Netflix, ma UK edition. I coreani però sono bravi a fare gli horror, e da come ne parli sembra un buon prodotto di intrattenimento, peccato per il finale che dovrebbe essere invece la bomba da lanciare per far schiattare lo spettatore! :-D

    RispondiElimina
  3. Da quest'anno infatti lo farò anch'io :D
    Comunque il film in questione non l'ho visto, in ogni caso interessante ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...