domenica 25 gennaio 2015

American Horror Story: Freak Show - Stagione 4

American Horror Story: Freak Show
(serie TV, stagione 4)
Episodi: 13
Creatore: Ryan Murphy, Brad Falchuck
Rete Americana: FX
Rete Italiana: Prossimamente su FOX
Cast: Sarah Paulson, Jessica Lange, Evan Peters, Frances Conroy, Finn Wittrock, Angela Bassett, Kathy Bates, Denis O'Hare, Emma Roberts
Genere: Horror

Dopo aver parlato ieri di "Freaks", film del 1932 diretto da Tod Browning, oggi è il momento, qualche giorno dopo la messa in onda in America dell'ultimo episodio, di parlare di "American Horror Story: Freak Show", quarta stagione della serie "American Horror Story" che, dopo le ottime "Murder House" e "Asylum" e la buonissima "Coven", ci regala un viaggio all'interno del mondo dei Freak Show, quei circhi all'interno dei quali si esibivano persone emarginate dalla società a causa di malformazioni fisiche considerate all'epoca "mostruose". E' così che all'interno di questo freak show creato dagli stessi creatori di "Glee" troviamo le gemelle siamesi interpretate da Sarah Paulson, la donna barbuta interpretata da Kathy Bates e tanti altri che ad elencarli ci vorrebbero delle ore. Ad incastrarsi alle vicende del freak show vediamo anche gli imprenditori Stanley e Maggie Esmeralda, che vogliono entrare nel freak show per lucrare sulla condizione dei protagonisti, e anche Dandy e Twisty, che per lungo tempo staranno in disparte rispetto a quelle che sono le vicende del circo. Anzi, Twisty quasi non ci entrerà mai, praticamente.

Diciamo che l'incastonamento di tutti questi personaggi nella storia del freak show questa volta non è riuscita benissimo ai nostri due creatori della serie: il risultato che ne è uscito è stato qualcosa di un po' incasinato, con alcune scelte di sceneggiatura incomprensibili e che non vengono spiegate moltissimo. Ma soprattutto, il peccato più grande, è stato quello di non riuscire a creare empatia per questi freaks che popolano il freak show: essi risultano essere dei personaggi che si trovano lì quasi per caso, influenzano un po' la vita e le questioni dei personaggi più importanti, ma effettivamente non sono importantissimi ai fini della trama, secondo me. Il casino che viene creato nel corso di dodici episodi sconvolge lo spettatore, dandogli talvolta addirittura fastidio.

[ATTENZIONE SPOILER]
La scelta più sbagliata in questo senso è stata proprio quella di uccidere Twisty dopo pochi episodi, una scelta che mai riuscirò a comprendere del tutto. Anche perchè fino ad allora la serie proseguiva bene e in maniera accattivante, con un personaggio sopra le righe a sconvolgere le cose, all'inizio molto più di un Dandy che, dalla morte di Twisty in poi, salirà vertiginosamente nelle personalissimi gerarchie dell'idolatria, diventando il personaggio rivelazione della serie e forse anche meglio costruito. Anche l'inserimento nelle puntate finali di Neil Patrick Harris ha portato sì nuovi sconvolgimenti, ma la sua permanenza sulla scena è durata troppo poco per diventare davvero significativa, anzi, sembrava quasi fosse stato buttato lì dentro un po' a caso.

Infine il difetto del non aver creato empatia verso i freaks, o comunque verso molti di loro, vede tutti i suoi devastanti effetti nella puntata finale: una mattanza vera e propria perpetrata dal grandissimo Dandy che però non mi ha creato dispiacere per alcuno di loro. Anzi a un certo punto ho addirittura fatto il tifo perchè la mattanza non si fermasse, senza risparmiare nessuno. Del finale di stagione poi non ho nemmeno particolarmente apprezzato la scelta di dividerlo in due parti ben distinte, con la prima ad occuparsi di Dandy, mentre la seconda di Elsa Mars. Scelta giustificata più che altro dal fatto che i creatori abbiano voluto rendere omaggio ad un'attrice che fino ad allora aveva portato in mano le redini della serie televisiva, ma che, dall'anno prossimo, purtroppo, lascerà lo show.
[FINE SPOILER]

Questo "American Horror Story: Freak Show" è stato dunque uno spettacolo abbastanza sconclusionato, con qualche puntata addirittura incomprensibile, ma non si può certo dire che non sia riuscito ad intrattenere appieno. Io per quanto mi riguarda, posso ritenermi non soddisfattissimo, anzi, magari un po' deluso, dato che le aspettative erano altissime, ma non si può certo dire che nel corso dei tredici episodi di questa stagione la serie, per un motivo o per l'altro, non si sia fatta adorare.

Pregi:
  • I personaggi di Dandy e di Twisty sono stati qualcosa di davvero clamoroso, soprattutto Dandy dopo la morte di Twisty;
  • La doppia puntata dedicata ad Edward Mordrake, uno dei miti horror che più mi affascina da sempre.
Difetti:
  • I freaks non sono per nulla empatici;
  • Alcuni episodi davvero sconclusionati, con personaggi messi dentro quasi a caso.
Voto: 6,5

1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...