mercoledì 14 gennaio 2015

Ouija (2014)

USA 2014
Titolo Originale: Ouija
Regia: Stiles White
Sceneggiatura: Juliet Snowden, Stiles White
Cast: Olivia Cooke, Ana Coto, Daren Kagasoff, Douglas Smith, Bianca A. Santos, Lin Shaye, Shelley Hennig, Vivis Colombetti, Matthew Settle
Durata: 89 minuti
Genere: Horror

La trama in breve: Debbie e Lane sono due ragazzine che si divertono moltissimo a giocare con una tavoletta Ouija e ad evocare i morti. Una volta cresciute, però, Debbie decide di giocare da sola e così muore impiccata. Lane, addolorata, decide di provare a mettersi in contatto con lei tramite la tavoletta.

La tavoletta "Ouija" (che a quanto ho capito si dovrebbe leggere ui-ia, in quanto unione delle parole oui e ja, che in lingua francese e tedesca significano sì), o se siete un po' più tecnologici e amate le cose elettroniche la potreste chiamare anche la tavoletta "Yesda" (che schifo di nome) è una delle cose più inquietanti, quando si parla di film horror, che mi vengono in mente. Nonostante io sia uno scettico di merda e cerchi sempre una spiegazione scientifica a determinati fenomeni, la tavoletta "Yesda" non la prenderei in mano mai nella vita. Anche se a quanto ho capito, quando si verifica il movimento di quell'oggetto strano che indica le lettere, questo sarebbe in pratica una suggestione personale, che ti fa credere che quell'oggetto si stia muovendo da solo, mentre in realtà sei tu stesso che, inconsapevolmente, lo muovi.

Tutto questo spataffio pseudo-scientifico per introdurre quello che, a tutti gli effetti, è un film di merda! E' chiaro che in qualsiasi cosa io veda, poi devo trovare anche qualcosa di cui parlare, altrimenti le recensioni qui sul blog non saprei come scriverle. Quindi va bene, cerchiamo qualche argomento interessante in questa pellicola....... Ehm..... mmmmm..... Bah..... SCHIFO! No sul serio, come si fa, ancora, nel 2015 (o 2014 se vi riferite all'anno in cui è effettivamente uscito nelle sale americane) a proporre al pubblico un film del genere? Va bene che gli americani, a quanto dicono i trailer che arrivano qui da noi, vengono terrorizzati da qualsiasi cosa, basti pensare al fantasmino di "Paranormal Activity" che fa meno paura di Casper, per dirne una, però qui veramente si butta via tutto, ma proprio tutto ciò che è sulla pellicola.

Innanzitutto il film ha una partenza noiosa e sconcertantemente banale, tanto che dopo una ventina di minuti inizi a pensare che ci siamo, che il film stia per ingranare. Bene, il film a livello di ritmo non ingrana praticamente mai risultando un teen-horror di quelli probabilmente peggio riusciti nella storia del cinema. Anche porcate anni '80 come "La notte dei demoni" hanno qualcosa in più da offrire rispetto a "Ouija". In secondo luogo anche lo svolgimento, dopo un inizio banalissimo, si mantiene su livelli molto molto simili di banalità, sfruttando in maniera pessima praticamente tutti quei fastidiosissimi clichè dei film horror. Che io capirei, se il film si ponesse come obiettivo di fare ironia su di essi, peccato che questa pellicola si prenda tremendamente sul serio, risultando fastidiosissima.

Un giorno dunque comprerò prima una tavoletta "Ouija" e poi anche una tavoletta "Yesda" per evocare lo spirito più cattivo e stronzo dell'universo e mandarlo contro regista, sceneggiatori e produttori di questo film (tra cui figura anche un certo Michele Baia, per dovere di cronaca) e soprattutto contro i personaggi più stupidi mai visti nella storia del cinema horror.

Pregi:
  • Olivia Cooke, nonostante interpreti un personaggio imbecillissimo, è troppo carina per volerle male.
Difetti:
  • Direi che ne ho elencati già abbastanza nella recensione.
Voto: 3

8 commenti:

  1. Dopo attente e lunghe riflessioni, sono giunto alla conclusione che un film del genere l'hanno fatto apposta a farlo così male.
    Non ci sono altre spiegazioni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prendendosi anche così sul serio??? No dai...... eheheh

      Elimina
  2. Come ho detto nel mio post, è un film fatto per convincere i bimbi a comprare tavolette Ouija. In quest'ottica, diventa perfetto! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che poi... chi lo sapeva che la Ouija fosse un giocattolo Hasbro?

      Elimina
  3. Di bene in meglio a leggere dalle vostre recensioni. Non credo che lo vedrò a questo punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, dovresti vederlo comunque in realtà... Magari può piacerti

      Elimina
  4. Ma come è possibile che nelle sale italiane arrivino solo questi horrorini innocui?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli giapponesi ci mettono 82 anni a tradurli, mentre quelli carini non ottengono nè soldi nè una distribuzione dignitosa...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...