sabato 23 aprile 2016

CHI BEN COMINCIA... #28 - 11.22.63

Dopo una lunga pausa, in cui ho volontariamente deciso di non cominciare serie nuove per recuperare tutti gli arretrati - e ancora non ho finito, semplicemente la serie di cui parlo oggi è a tutti gli effetti tra gli arretrati che volevo recuperare - ecco che torna la rubrica sui primi episodi delle serie TV che intendo seguire, anche se in questo caso è già terminata. Questa volta si parla di una miniserie però, prodotta dal canale americana Hulu e arrivata in Italia grazie a Fox da un paio di settimane.


11.22.63

Rete Americana: Hulu
Rete Italiana: Fox


Il primo episodio di questa serie, tratta dall'omonimo romanzo di Stephen King, basato sui paradossi temporali e sull'idea di poter sventare l'assassinio di John F. Kennedy in modo da cambiare, in positivo, l'intera storia americana dopo quell'infausto evento, dura ben un'ora e venti. Un episodio più lungo del normale in cui di certo gli autori, che arrivano da quel capolavoro che è stato "Lost", riescono a fare un lavoro dignitoso per accalappiare il pubblico e farlo entrare nella rete di questa miniserie. Come al solito quando si parla di Stephen King sono parecchio di parte, dato che non riesco per nulla a leggere i suoi romanzi, ma sono sempre stato convinto che i suoi libri fossero perfetti per trasposizioni cinematografiche o televisive. Questa però, che parte in maniera discreta, ma non eccellente, sembra essere sicuramente un gradino sotto rispetto ad altre produzioni. Per quanto infatti il tema del viaggio nel tempo sia per me sempre particolarmente interessante, rimane qualcosa in questo primo episodio che non mi convince, a partire da un James Franco come protagonista che non ho visto benissimo in questo ruolo in cui, la sua recitazione, sembra essere un po' troppo forzata.

Voto: 6-

3 commenti:

  1. Io, invece, trovo sia uno dei migliori King portati sul piccolo schermo, pur con tutti i suoi limiti. Sempre troppo maltrattato il Re, nelle sue trasposizioni.
    Franco, dispiace dirlo, un po' cane qui.

    RispondiElimina
  2. ma Franco dove lo trova il tempo per fare tutte queste apparizioni?

    RispondiElimina
  3. Il libro a me è piaciuto davvero molto, nonostante il lato sentimentale della vicenda fosse eccessivamente smielato.
    La serie ce l'ho già in lista, giusto il tempo di finire quella dedicata al duo di Hap & Leonard e mi ci fiondo a piedi uniti. :-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...