venerdì 14 novembre 2014

Soap Opera (2014)

Italia 2014
Titolo originale: Soap Opera
Regia: Alessandro Genovesi
Sceneggiatura: Alessandro Genovesi
Cast: Fabio De Luigi, Cristiana Capotondi, Diego Abatantuono, Chiara Francini, Ricky Memphis, Elisa Sednaoui, Franz, Ale, Caterina Guzzanti
Durata: 82 minuti
Genere: Commedia

La trama in breve: La storia coinvolge gli abitanti di un condominio: Francesco è un trentenne, ancora innamorato della sua ex Anna, che aspetta un bambino da un altro uomo; Paolo è il migliore amico di Francesco, aspetta un figlio dalla moglie, ma ha dei dubbi sulla sua sessualità; Mario è un uomo costretto sulla sedia a rotelle, seguito sempre da Gianni, suo fratello proprietario dell'intero condominio.

Io non so perchè continui ad ostinarmi a guardare questo tipo di commedie: hanno tutte lo stesso canovaccio, la comicità è abbastanza dozzinale e scontata, la regia è abbastanza mestierante. Insomma, cosa potersi aspettare da un film diretto da Alessandro Genovesi, già regista di "La peggior settimana della mia vita" (che prende palesemente spunto da "Ti presento i miei"), film abbastanza brutto, e di, successivamente, "Il peggior Natale della mia vita" (palesemente ispirato al seguito che non ho visto di "Ti presento i miei"), che era in tutto e per tutto un pessimo film? Certo, con questo tipo di visioni il tempo passa abbastanza velocemente e la visione scorre abbastanza in fretta, ma si può davvero dire di aver visto un buon film?

Innanzitutto il problema principale della pellicola è la scontatezza assoluta della trama. I suoi sviluppi sono molto prevedibili, così come il finale. In secondo luogo anche lo svolgimento è abbastanza classico, tanto che non ci ho visto molto di nuovo dal punto di vista delle idee, con i personaggi che vengono appena abbozzati e si sviluppano, per quel poco sviluppo che hanno, seguendo una serie infinita di clichè triti e ritriti. Tanto per dire, il personaggio di Paolo, interpretato da Ricky Memphis, ha una crisi di identità sessuale proprio nel periodo in cui sta per nascere il suo primo figlio. Ovviamente [SPOILER] il suo dubbio sui suoi gusti sessuali va a finire a tarallucci e vino ed egli capisce di essere etero, dopo aver baciato il suo migliore amico Francesco[FINE SPOILER]. Se questa storia va come è più prevedibile che vada, tutte le altre, che decido di non spoilerare perchè tanto già il film in sè è talmente prevedibile da essere uno spoiler di sè stesso, andranno allo stesso modo, in pratica.

Gli interpreti delle storie in realtà, tra l'altro, mi piacevano abbastanza. Fabio De Luigi è uno dei più grandi idoli della mia adolescenza, il problema è fondamentalmente che da quando si è dato alla carriera di attore di commediucce, ha abbastanza smesso di far ridere. Ricky Memphis in realtà mi sta anche abbastanza simpatico ed è stato forse l'unico a strapparmi un paio di risate sincere nel corso della pellicola. Abatantuono interpreta un ruolo odioso in tutto e per tutto, o meglio, risulta proprio odioso lui nell'interpretazione di quel ruolo. Cristiana Capotondi mi piace ma qui interpreta un ruolo che, oltre a non vedersi poi così tanto in scena, risulta abbastanza prevedibile. Cristiana Francini, comica uscita da Zelig, io non cosa ci trovi in lei chi la apprezza: recita con un'enfasi spropositata, in pratica a parte un leggermente simpatico accento toscano non ci trovo praticamente nulla di interessante in lei dal punto di vista recitativo. Ale e Franz invece li apprezzo... quando fanno la scena della panchina. E continuo tuttora ad apprezzarli, quando fanno quello. Ma quando recitano nei film no, per nulla proprio.

Perchè dunque continuare a cavalcare l'onda. Obiettivamente, queste commedie sono come le elezioni di Berlusconi: nessuno lo vota, ma è sempre lì lì per fare il colpaccio. Questi film stessa cosa: nessuno ammette di essere andato a guardarli, eppure l'incasso al botteghino è sempre elevatissimo (e io, in barba a tutto, l'ho visto in streaming perchè... ecco avete capito).

Voto: 5-

5 commenti:

  1. E dire che, non so perché, un poco mi ispirava.
    Ma la Francini almeno si spoglia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi comunque provare a guardarlo, secondo me è meglio di molti altri... E sí, la Francini si spoglia, ma continuo a non capire cosa ci veda la gente in lei...

      Elimina
    2. Te lo spiegherei volentieri io, ma potrei risultare troppo volgare...

      Elimina
    3. Puoi spiegarmelo quanto vuoi, ma per me rimarrà sempre bruttina e anche un po' antipatica... :D

      Elimina
    4. Tsk, dici così solo perché ti ha respinto :-P

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...