venerdì 29 gennaio 2016

The Vatican Tapes (2015)

USA 2015
Titolo Originale: The Vatican Tapes
Regia: Mark Neveldine
Sceneggiatura: Christopher Borrelli, Michael C. Martin
Cast: Olivia Taylor Dudley, Kathleen Robertson, Michael Peña, Djimon Hounsou, Dougray Scott, John Patrick Amedori, Peter Andersson, Tehmina Sunny, Bruno Gunn, Noemi Gonzalez, Ashley Gibson, Alex Sparrow, Jarvis W. George, Michael Paré, Cas Anvar, Daniel Bernhardt
Durata: 92 minutiGenere: Horror

Io non so bene che cosa mi dica il cervello quando vedo la pubblicità di un nuovo film horror e dico "no, questo sarà una cagata pazzesca, ma lo guarderò lo stesso perchè è un film horror e spero sempre di trovarci qualcosa". La cosa bella di quando faccio questo ragionamento è che alla fine, quasi sempre, dopo aver guardato l'horror di turno, mi ritrovo a maledire me stesso, il regista e a voler fare in modo di riavere indietro quella ora e mezza persa nel guardare un film di merda. Tutti mi dicono di smetterla di farmi volontariamente del male, però, da amante del brutto quale sono, anche il fatto di guardare un film che non mi ispira può essere spunto di riflessione e, nel migliore dei casi, può rivelarsi una visione sorprendente a dispetto di tutti i miei pregiudizi. A dire il vero su "The Vatican Tapes" i sospetti c'erano eccome, solo che nel marasma di persone che ne parlavano male, qualcuno a cui il film è discretamente piaciuto l'ho trovato, il che mi ha portato ad avvicinarmi alla visione non dico fiducioso, ma quanto meno molto meno pronto alla puntuale delusione come al solito.

"The Vatican Tapes" a livello di sceneggiatura - per lo meno per quel che riguarda il normale svolgimento della trama, mentre sul finale bisognerebbe fare un altro ragionamento - non è assolutamente nulla di nuovo: abbiamo il solito mistero sulla possessione demoniaca, la solita profezia sulla venuta dell'Anticristo - venuta che alla fine si rivela praticamente sempre un bluff, con l'Anticristo che manda sempre uno dei suoi scagnozzi che non contano un cazzo a possedere la donna più casta e pura della storia -.Ovviamente in questo film, sempre per quanto riguarda la sceneggiatura, ci sono i tanto attesi video del Vaticano, come ci preannuncia il titolo: video che dovrebbero essere la cosa che fa più paura del film, ma che alla fine si vedono per pochissimo tempo e sono anche la parte più ridicola del film, che gioca tantissimo sui soliti jump scare e su una recitazione di livello piuttosto basso da parte degli attori.

[ATTENZIONE SPOILER]
Poi però arriva il finale, in cui contro ogni più ragionevole pronostico, questo Anticristo tanto annunciato in questo e in tutti gli altri film del genere arriva. Non dico che questa rivelazione salvi in qualche modo l'intera pellicola e nemmeno che le dia un senso - d'altronde un finale decente per un film gestito malissimo non può salvare tutta la pellicola - però quanto meno, forse, siamo davanti ad un qualcosa di diverso, con la pellicola si chiude proprio quando la storia sta per "iniziare" e quando l'Anticristo, finalmente rivelatosi, tenta di ammaliare il mondo intero proprio come scritto nella Bibbia, ovvero fingendosi un nuovo Messia.[FINE SPOILER] Ed è forse il finale, che potrebbe aprire ad un nuovo capitolo, ma mi sa che anche no, la parte più interessante di un film che per il resto si era rivelato totalmente inutile. Così come a voi tutti lettori è la parte finale del post ad interessarvi per davvero, dato che questa recensione l'ho scritta di getto e coi piedi, vi rimane soltanto il voto da gustarvi per davvero.

Voto: 4,5

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...