martedì 26 settembre 2017

Ozark - Stagione 1

Ozark
(serie TV, stagione 1)
Episodi: 10
Creatore: Bill Dubuque, Mark Williams
Rete Americana: Netflix
Rete Italiana: Netflix
Cast: Jason Bateman, Laura Linney, Sofia Hublitz, Skylar Gaertner, Julia Garner, Jordana Spiro, Jason Butler Harner, Esai Morales, Peter Mullan, Lisa Emery
Genere: Drammatico


La possibilità data da Netflix di scaricare contenuti sul proprio cellulare in modo da non utilizzare traffico dati ha reso molto meno spiacevoli i miei viaggi in metro, nei quali spesso mi guardo una puntata di una serie con un'attenzione che, paradossalmente, a volte è addirittura maggiore di quella che ci metto a casa quando i film e le serie TV me li guardo sul mio bel televisore. Tra le serie viste al ritorno dalle ferie durante i miei viaggi in metro - le ferie sono ormai finite da due settimane e ora ho ripreso a pieno ritmo quindi ogni viaggio in metro una puntata di qualcosa di scappa sempre - spicca "Ozark", presentata su Netflix il 21 Luglio che io sono riuscito a vedere con i miei ormai consueti mesi di ritardo e la cui prima stagione, tra alti e bassi - pochi bassi e qualche alto - mi ha davvero soddisfatto.
Marty Byrde, interpretato da Jason Bateman, è un consulente finanziario che vive con la propria famiglia a Chicago e che ricicla denaro per i cartelli della droga messicani. Quando le cose si mettono male e il suo socio viene ucciso da Del Rio, interpretato da Esai Morales, per un furto subito, Marty riesce a convincere l'aguzzino a lasciarlo in vita, trasferendosi a Ozark insieme alla sua famiglia, luogo in cui è possibile riciclare enormi somme di denaro senza difficoltà. Forse in tono minore, ma guardando questa prima stagione della serie - che è già stata rinnovata per una seconda che arriverà l'anno prossimo - mi è subito venuto alla mente un paragone, secondo me nemmeno troppo forzato, con "Breaking Bad" a cui la serie mostra di ispirarsi con particolare gratitudine. Anche qui d'altronde abbiamo un protagonista che deve pensare alla sua famiglia e a proteggerla ed è disposto a tutto pur di riuscire a farlo. Qui fondamentalmente manca il tema della morte imminente, ma alla fin fine, in fondo, le due serie hanno uno spunto di partenza abbastanza simile.
Poi però lo sviluppo ed anche la qualità sono abbastanza diverse, con una prima stagione che si concentra principalmente sulle difficoltà che incontra il protagonista nel completare la sua missione, costretto a vivere in una città in cui, non tanto perchè fondata su principi di legalità convenzionali, ma più che altro perchè dominata da altri tipi di attività criminali - compreso il traffico di eroina - e da persone che tenteranno di fare di tutto pur di ostacolare Marty nella sua missione. La trama è sviluppata abbastanza bene, così come, per ora, sono anche caratterizzati in maniera soddisfacente tutti i personaggi principali della vicenda, a partire dal protagonista, dalla moglie e dai figli e dal personaggio di Ruth, che spicca clamorosamente nella seconda metà della stagione. Interessanti poi sono le parti legate a Roy Petty, interpretato da Jason Butler Harner, agente dell'FBI insospettito dalle motivazioni che hanno spinto Marty ad un trasferimento così repentino e da tempo sulle tracce di Del Rio.
Non mancano poi momenti in cui la tensione sale in maniera vertiginosa, con gli sceneggiatori bravi a far procedere la trama in maniera non troppo veloce, in modo da empatizzare il più possibile con le sensazioni dei protagonisti. Così come non manca, nell'episodio finale che dura mezz'ora in più del normale, un colpo di scena veramente clamoroso che apre a questioni ancora più grosse per la prossima stagione. Insomma, questa prima stagione di "Ozark" si è rivelata di buonissima fattura e in grado di creare nello spettatore - o per lo meno in me, ovviamente - una certa dipendenza verso i suoi episodi.

Voto: 7+

1 commento:

  1. Non mi aspetto "Breaking Bad", però Jason Bateman mi è simpatico ed ero curioso di vederla, ho un paio di serie in canna, poi mi getterò su questa ;-) Cheers

    RispondiElimina

Quando commentate ricordate che si sta pur sempre parlando di opinioni, quindi siate educati. Apprezzo sempre una punta di sarcasmo, sarò il primo a tentare di rispondervi a tono.

Non sono in cerca di prestiti ultravantaggiosi, ma sono ben disposto verso le donazioni spontanee!