giovedì 16 aprile 2015

WEEKEND AL CINEMA!

Come ogni Giovedì torna la rubrica sulle uscite cinematografiche della settimana, commentate secondo il pregiudizio del sottoscritto. Di interesse ce ne è abbastanza in realtà, ma non mi sembra ci possano essere film per cui gridare al miracolo. Vediamoli dunque uno per uno.


Black Sea di Kevin Macdonald


Il trailer visto al cinema devo dire che mi ha abbastanza ispirato, anche se, probabilmente, saremo davanti ad un tipico film d'azione con poca roba da offrire alla storia del cinema. Non si sa mai che una visione ci scappi però, quando avrò recuperato le visioni che ancora mi mancano e per cui sono molto in ritardo.


Citizenfour di Laura Poitras


Da una parte ho qualche dubbio perchè si tratta di un documentario e io non sono un fan dei film-documentari. Dall'altra parte però la vicenda riguardante le intercettazioni dell'NSA smascherata da Edward Snowden trovo che sia molto interessante, quindi, anche in questo caso, una visioncina potrebbe scapparci per davvero.


Figlio di nessuno di Vuk Ršumović


Film serbo presentato in giro per festival vari, tra cui l'ultima mostra del cinema di Venezia, che però si preannuncia qualcosa di decisamente troppo impegnato. Non escludo di poter vederlo prima o poi, ma per ora rimando la visione.


Le vacanze del piccolo Nicolas di Laurent Tirard


Dopo aver scoperto che questo film è un sequel di una delle commedie familiari di maggior successo in Francia nell'ultimo lustro, "Nicolas e i suoi genitori", penso che non lo vedrò, dato che non ho visto nemmeno il primo film. Un recupero doppio, per questo periodo, direi che è escluso.


Mia madre di Nanni Moretti


Una delle mie grandi lacune cinematografiche è quella che riguarda la storia del cinema italiano. Devo recuperare moltissimi lavori dei registi storici, ma anche quelli di quelli un po' più attuali, come Nanni Moretti, del quale ho visto solamente "Le chiavi di casa" quando ero alle superiori. Questo però, viste anche le buone recensioni che ho letto in giro, direi che non me lo perdo.


The Fighters di Thomas Cailley


Un altro film sentimentale basato sulla fine del mondo? Ma se siamo arrivati nel 2015, dopo le profezie catastrofiche riguardanti il 2012, non pensate che siamo un po' in ritardo ormai per fare ancora questo tipo di film? Non mi ispira nemmeno per sbaglio sinceramente!

1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...