martedì 29 agosto 2017

Gold - La grande truffa di Stephen Gaghan (2016)

USA 2016
Titolo Originale: Gold
Regia: Stephen Gaghan
Sceneggiatura: Patrick Massett, John Zinman
Cast: Matthew McConaughey, Édgar Ramírez, Bryce Dallas Howard, Corey Stoll, Toby Kebbell, Rachael Taylor, Bruce Greenwood, Joshua Harto, Timothy Simons, Michael Landes, Stacy Keach, Bill Camp, Macon Blair, Craig T. Nelson
Durata: 121 minuti
Genere: Drammatico


In un modo o nell'altro, pur non avendo vinto premi importantissimi come l'Oscar che forse avrebbe meritato, "The Wolf of Wall Street" è entrato nella storia del cinema o sicuramente nell'immaginario comune degli spettatori. Non c'è da sorprendersi dunque che tre anni dopo la sua uscita in Italia, i distributori marcino clamorosamente sul successo del film di Martin Scorsese per sponsorizzare a dismisura "Gold - La grande truffa", accostandolo ad esso in maniera particolarmente insistente. E' altrettanto comprensibile il fatto che buona parte del pubblico, me compreso, si sia fatta in qualche modo abbindolare da questa sponsorizzazione, anche se, al netto della visione del film avvenuta un paio di settimane fa con considerevole ritardo, c'è da dire che i due film, a parte la presenza di Matthew McConaughey - che c'è da ricordare che in "The Wolf of Wall Street" aveva un ruolo piccolissimo mentre qui è il protagonista - e la storia criminale ambientata in qualche modo nel mondo della finanza, non abbiano molto da spartire.
"Gold - La grande truffa" ci racconta la storia di Kenny Wells, interpretato proprio da Matthew McConaughey, che sette anni dopo la morte del padre si ritrova sull'orlo della bancarotta con l'azienda che dirige. Grazie all'aiuto del geologo Michael Acosta, interpretato da Édgar Ramìrez, si recherà in Indonesia, alla scoperta di una grandissima miniera d'oro che presto gli farà guadagnare un sacco di soldi, ma gli creerà anche non pochi problemi nel momento del suo ritorno negli Stati Uniti. Capirete dunque leggendo la trama, ma soprattutto quando vedrete il film la cosa vi sarà chiara dopo pochissimi minuti, che l'accostamento con "The Wolf of Wall Street", a meno che non sia stato fatto per la sola presenza di Matthew McConaughey non abbia proprio ragione di esistere.
Un accostamento che non si dovrebbe fare a livello di trama e che poi, se volessimo continuare a marciarci sopra e a spostarlo anche a livello qualitativo capiamo subito che siamo praticamente su due pianeti completamente diversi e completamente disgiunti tra loro. Un confronto che non ha ragione di esistere perchè sì, "Gold - La grande truffa" non è che sia un brutto film a livello assoluto, ma non si può nemmeno dire che sia un bel film, quanto più che altro un film nella media senza particolari motivi per infamarlo, ma senza nemmeno veri e propri motivi per elogiarlo. E' uno di quei film che sarebbe da definire solido, ma tanta solidità, la maggior parte delle volte, si trasforma in una mancanza di coinvolgimento per il pubblico, che riesce sì a seguire la vicenda senza particolari problemi - anche se qualche sequenza in cui la noia inizia a sopraggiungere c'è -, ma non trova poi molto di cui gioire in questa pellicola.

Voto: 6-

3 commenti:

  1. Accostarlo a “The wolf of Wall Street” è stata una furberia della nostra distribuzione per cercare di cavalcare il film di zio Martino Scorsese, che diciamolo aveva tutto un altro spessore. Questo non è male, un po’ annoia un po’ si lascia seguire sono d’accordo con la tua analisi. Aggiungo solo che BRUCE Dallas Howard è sempre un bel vedere ;-) Cheers

    RispondiElimina
  2. Ho visto " the Wall of Wall street" e ricordo mi era piaciuto pur non amando alla follia Di Caprio anche se rivalutato in questi ultimi anni e ricordato nei suoi primissimi film da ragazzo.
    Non ho visto quest'ultimo che tu recensisci, è da un bel pezzo che non vado al cinema per varie ragioni e sai che non ricordo neppure la presenza di McConaghuey nel film di Scorsese.( attore Matthew che mi piace molto e questo è maggiormente grave..)
    Indubbiamente questo virus che sto curando intacca anche la memoria.
    Caso da risolvere al più presto.
    Ti saprò dire cosa ne penso, perchè ho tutta l'intenzione di vederlo.
    Abbraccio folle mio caro !

    RispondiElimina
  3. Che fastidio i paragoni esaltanti in fase promozionale. Notato ai tempi dei trailer, l'ho perso ai tempi dell'uscita e, pur essendo in lista, avrà un recupero tardivo. Il buon Matthew mi perdonerà!

    Fede.

    RispondiElimina

Quando commentate ricordate che si sta pur sempre parlando di opinioni, quindi siate educati. Apprezzo sempre una punta di sarcasmo, sarò il primo a tentare di rispondervi a tono.

Non sono in cerca di prestiti ultravantaggiosi, ma sono ben disposto verso le donazioni spontanee!