giovedì 6 dicembre 2018

WEEKEND AL CINEMA!

Un nuovo weekend cinematografico è alle porte e come ogni Giovedì eccoci qui per i commenti sulle uscite della settimana, che in questo caso saranno otto, se escludiamo i due documentari che non guarderò nemmeno sotto tortura. Bando alle ciance dunque, e spazio ai miei pregiudizi sui film che usciranno questa settimana!


Roma di Alfonso Cuaron

"Netflix sta uccidendo il cinemah" gridano in molti. In realtà è il cinema, inteso come industria, che si sta distruggendo da solo. Hai un film come "Roma", vincitore dell'ultima Mostra Internazionale del cinema di Venezia, e hai la possibilità di portarlo nelle sale, prima della pubblicazione su Netflix che lo ha prodotto e l'industria cosa fa? Gli concede solamente tre giorni, senza nemmeno pubblicizzarlo troppo, che sai mai che qualcuno lo venga a sapere. In questi giorni dovrebbe comunque essere pubblicato su Netflix per chi come il sottoscritto non sapeva che sarebbe stato proiettato nelle sale. Ce lo guarderemo lì vorrà dire.

La mia aspettativa: 8/10


La casa delle bambole - Ghostland di Pascal Laugier


Forse quest'anno il cinema horror ci ha dato dentro per davvero e per un "Hereditary" che sicuramente sarà nel mio listone ecco che esce "La casa delle bambole", dallo stesso regista di "Martyrs" che non ho mai visto, a mettermi una certa curiosità. Insomma, anche per questo film ho un fomento incredibile, spero sia un filmone e non mi deluda!

La mia aspettativa: 7,5/10


Le altre uscite della settimana

Il destino degli uomini: Ultimo film di una trilogia sulla Prima Guerra Mondiale che nemmeno sapevo che esistesse. Quindi, mi sa che lo salto.
Alpha - Un'amicizia forte come la vita: Non bastavano già i film sull'amicizia tra uomo e cane, che mi fanno venire l'orticaria. Ora fanno anche i film sull'amicizia tra un uomo preistorico e un lupo solitario. Vabbeh...
Colette: Un tempo Keira Knightley mi avrebbe convinto da sola a guardare un film. Ora la mia passione per lei è un po' scemata e il film in questione ho il sospetto possa essere piuttosto noioso.
Il castello di vetro: Basato sull'autobiografia di una celebre giornalista, ha un cast che potrebbe interessarmi e ha del potenziale.
La prima pietra: Commedia italiana con Kasia Smutniak - sempre sia lodata - che potrebbe abbastanza sorprendermi.
Non ci resta che vincere: Commedia che invece, a questo giro, mi interessa meno di zero.

2 commenti:

  1. “La casa di bambole” ha delle cosette da dire, non mi è dispiaciuto, curioso di vedere “Roma” quello mi ispira. Cheers!

    RispondiElimina
  2. Di questi nulla, a parte forse La prima pietra perché c'è pure Guzzanti, ma magari lo recupero più avanti..

    RispondiElimina

Quando commentate ricordate che si sta pur sempre parlando di opinioni, quindi siate educati. Apprezzo sempre una punta di sarcasmo, sarò il primo a tentare di rispondervi a tono.

Non sono in cerca di prestiti ultravantaggiosi, ma sono ben disposto verso le donazioni spontanee!