giovedì 20 febbraio 2020

WEEKEND AL CINEMA!

Un altro weekend di cinema è all'orizzonte e arrivano film non molto interessanti. Un thriller tratto da una storia vera, il revival di una saga che sembrava terminata già una quindicina di anni fa, un musical criticato tantissimo in patria e poi i soliti film di contorno, alcuni di essi comunque un po' interessanti. Vediamo quali sono le uscite di questa settimana, commentate come al solito in base ai miei pregiudizi!


Cattive acque di Todd Haynes


I film che parlano di indagini realmente avvenute e che denunciano eventi torbidi della storia dell'uomo mi attirano sempre abbastanza. Di questo "Cattive acque" girano i trailer da inizio anno e finalmente abbiamo una data d'uscita. Rimane da capire quanto l'importanza della tematica trattata e il fatto che sia tratta da una storia vera contribuiscano alla realizzazione di un bel film.

La mia aspettativa: 7/10


Bad Boys for Life di Adil El Arbi, Bilall Fallah

Sedici anni dopo "Bad Boys 2" - che rimane un film che all'epoca, ero in terza media, mi aveva divertito tanto, arriva questo revival di cui sinceramente non ne sentivo il bisogno. A dirla tutta non so nemmeno se ho intenzione di dargli un'opportunità o se lo lascerò passare inosservato, penso più che opterò per la seconda opzione.

La mia aspettativa: 5/10


Cats di Tom Hooper

Probabilmente il film più spernacchiato tra la fine del 2019 e questo inizio di 2020, pare non sia piaciuto a nessuno e io che, quando seppi che doveva uscire, ne ero abbastanza interessato, ho fatto calare di molto le mie aspettative. Eppure, come ormai molti sanno, a me piace la spazzatura e penso che presto o tardi, un'opportunità gliela potrei dare, anche solo per vedere se le critiche feroci lette in giro sono veritiere o meno.

La mia aspettativa: 4/10


Le altre uscite della settimana

Criminali come noi: Film coprodotto da Argentina e Spagna che potrebbe, a sorpresa, rivelarsi interessante, la speranza è che sia brillante e coinvolgente.
Il richiamo della foresta: Se c'è un film che proprio non voglio vedere in questo 2020 è questo qui, il trailer, con tanto di cane finto, mi ha frantumato le palle in mille pezzi.
La mia banda suona il pop: Vabbeh, c'è bisogno che dica se preferirei vederlo oppure essere Superman e farmi una flebo di criptonite?
L'hotel degli amori smarriti: Commedia sentimentale in arrivo dalla Francia che non sono minimamente nel mood giusto per guardare.
Lontano lontano: Altra commedia, ma stavolta italiana, che non mi ispira granchè. Probabilmente è una di quelle uscite buttate lì in mezzo per fare numero però.

2 commenti:

  1. Il nuovo di Todd Haynes m’ispira, intanto aspettiamo il nuovo Bad Boys, che già temo sarà l’ennesima occasione per Will Smith di per fare il ruolo del bravo padre di famiglia. Cheers!

    RispondiElimina
  2. L'unica cosa degna di nota di La mia banda suona il pop è che De Sica si chiama "Tony Brando", come il suo personaggio di Compagni di scuola, che era sempre un cantante abbastanza fallito!

    RispondiElimina

Quando commentate ricordate che si sta pur sempre parlando di opinioni, quindi siate educati. Apprezzo sempre una punta di sarcasmo, sarò il primo a tentare di rispondervi a tono.

Non sono in cerca di prestiti ultravantaggiosi, ma sono ben disposto verso le donazioni spontanee!