mercoledì 13 agosto 2014

TRASH MOVIES #10 - L'isola degli uomini pesce

Italia 1979
Titolo Originale: L'isola degli uomini pesce
Regia: Sergio Martino
Sceneggiatura: Sergio Donati, Cesare Frugoni, Sergio Martino
Cast: Barbara Bach, Claudio Cassinelli, Richard Johnson, Franco Javarone, Roberto Posse, Giuseppe Castellano, Francesco Mazzieri, Beryl Cunningham, Joseph Cotten
Durata: 100 minuti
Genere: Avventura, Fantascienza

La trama in breve: A seguito del naufragio di una nave di deportati, Claude De Ross approda fortunosamente su una misteriosa isola, finendo poi prigioniero di Edmond Rackham, dal quale verrà ricattato: egli infatti dovrà tenere in vita il professor Marvin.

Ne ho visti tanti di film brutti in vita mia, forse troppi. Lo testimoniano le molte recensioni di film spazzatura che ci sono su questo blog. Io lo faccio più che altro per divertimento, spesso guardando questi film con amici in una serata in cui non si ha nulla da fare, aspettandomi di trovare davanti a me un film sì brutto, ma quanto meno che sia talmente brutto da essere anche un po' divertente. Quando ciò non accade, come in questo caso, la delusione è assolutamente cocente e molto difficile da smaltire.

Posto dunque il fatto che il film è brutto di per sè, ci si aspetta dunque che quanto meno esso offra qualche bello spunto di divertimento. Invece no! Oltre ad essere totalmente illogico nel far scoprire allo spettatore cose nuove senza che esse vengano spiegato o giustificate dalla trama. Ma, cosa peggiore, guardare questo film è una vera e propria agonia. 100 minuti dei quali per almeno un'ottantina non succede nulla di eclatante, nulla di sussultante, nè soprattutto nulla che sia degno di nota, nè qualcosa che ti faccia ricordare perchè tu abbia deciso di guardare proprio quel film.

Leggendo qualche critica in giro per il web si scopre anche che negli Stati Uniti il film è stato moderatamente apprezzato. Poi andandoti a documentare meglio la prima frase che viene in mente è "grazie al cazzo". Certo, perchè gli americani hanno tagliato mezz'ora buona di scene del film, per poi sostituirla con quindici minuti di scene fatte ad hoc. Quindi, non sapendo nè leggere nè scrivere, magari in America il film che hanno visto era davvero meglio di quello che ho visto io a casa mia coi miei amici.

Voto: 2-

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...