venerdì 3 novembre 2017

COMMEMORATION DAYS: Martin Landau (1928 - 2017) - Ed Wood di Tim Burton (1995)


USA 1994
Titolo Originale: Ed Wood
Regia: Tim Burton
Sceneggiatura: Scott Alexander, Larry Karaszewski
Cast: Johnny Depp, Martin Landau, Sarah Jessica Parker, Patricia Arquette, Lisa Marie, Jeffrey Jones, Max Casella, Brent Hinkley, Bill Murray, George Steele Juliet Landau, Ned Bellamy, Mike Starr, Vincent D'Onofrio, G.D. Spradlin, Clive Rosengren, Leonard Termo, Bill Cusack
Durata: 127 minuti
Genere: Biografico, Drammatico


Abbiamo attraversato un periodo, cinematograficamente parlando, particolarmente triste visto i moltissimi nomi noti che ci hanno lasciato negli ultimi mesi. Per rendere onore a questi attori, attrici o registi, la solita cricca di blogger ha organizzato una serie di recensioni commemorative di film a cui queste persone hanno partecipato. Nel mio piccolo ho scelto di rendere omaggio a Martin Landau con il film che gli è valso il suo unico Oscar come miglior attore protagonista, quell'"Ed Wood" diretto da Tim Burton nel 1994 che, tra i tantissimi film a cui l'attore ha partecipato, magari non sarà nemmeno il migliore, ma sicuramente uno di quelli in grado di rendere omaggio al cinema e, in qualche modo, anche alla sua lunghissima carriera.
"Ed Wood" narra la storia di Edward D. Wood, interpretato da un Johnny Depp che all'epoca non era a suo agio solo quando interpretava tipi strani con un cappello in testa, considerato da molti critici dell'epoca, siamo negli anni cinquanta, e anche a noi contemporanei il peggior regista della storia del cinema. La storia si occupa di raccontarci i dietro le quinte della lavorazione di alcuni dei suoi film più famosi, tra cui Plan 9 from Outer Space", e dell'amicizia tra il regista e Bela Lugosi, interpretato qui da Martin Landau, attore famosissimo per le sue numerose interpretazioni del personaggio di Dracula, che qui lo vediamo sul finire della carriera accettare anche ruoli magari non consoni, anche in nome della grande amicizia che si verrà a formare con il regista Ed Wood.
Che interesse potrebbe esserci, cinematograficamente parlando, verso quello che è considerato il peggior regista della storia del cinema? Quale altro regista se non proprio Tim Burton - ora caduto abbastanza in declino per quanto riguarda la mia opinione - avrebbe potuto dirigere un film a lui dedicato? Di motivi di interesse verso il regista in realtà ce ne sarebbero, dato che il film è a lunghi tratti una dichiarazione d'amore da parte di Tim Burton verso il cinema e verso il modo che aveva Ed Wood di interpretarlo. L'opinione più comune attualmente è che se non hai i mezzi - tradotto, i soldi - per girare un film dignitosamente, è meglio se te ne stai a casa a riprendere il tuo cane che corre. Ecco, Ed Wood se ne sbatteva altamente e, pur non avendo nè soldi nè mezzi, girava film. Brutti, è chiaro, ma il suo amore per il cinema superava anche la bruttezza dei suoi film, che non augurerei nemmeno al mio peggior nemico a dire la verità.
Ancora più interessante di questa dichiarazione d'amore per il cinema c'è proprio l'amicizia quasi fraterna che si viene a formare tra il regista e il Bela Lugosi interpretato da Martin Landau. Un'amicizia sincera e un rapporto di fiducia che viene ritratto benissimo all'interno della pellicola e nel quale non è difficile immedesimarsi, amicizia che spingerà Ed Wood, dopo la morte del suo amico, ad utilizzare alcune immagini estemporanee per sostituirlo e rendergli omaggio nell'ultimo film da lui interpretato. E Landau qui appare quasi perfetto nel caratterizzare un personaggio che è entrato di diritto nella storia del cinema horror, per essere riuscito ad interpretare, sempre in maniera convincente, il mostro per eccellenza della storia del cinema e della letteratura.

Hanno partecipato alla rassegna anche i seguenti blog:

Mercoledì 25 Ottobre: Pietro Saba World - Martin Landau - 9
Giovedì 26 Ottobre: La Bara Volante - Sam Shepard - Uomini Veri
Sabato 28 Ottobre: La fabbrica dei sogni - Martin Landau - City hall
Giovedì 2 Novembre: La Bara Volante - Gastone Moschin - Milano calibro 9
Domenica 5 Novembre: La fabbrica dei sogni - Jeanne Moreau - Storia immortale
Lunedì 6 Novembre: La fabbrica dei sogni - Tobe Hooper - Il custode
Lunedì 13 Novembre: La fabbrica dei sogni - Sam Shepard - Non bussare alla mia porta

1 commento:

  1. Sinceramente mai visto, ma forse dato che mi sono ripromesso di rivedere alcuni film del grande Landau, partirò probabilmente da questo qui ;)
    Comunque neanche a farlo apposta oggi c'è la recensione dell'ultimo film di Burton, che secondo non è in declino ma in flessione, però son sicuro che in futuro ci regalerà altre soddisfazioni :)

    RispondiElimina

Quando commentate ricordate che si sta pur sempre parlando di opinioni, quindi siate educati. Apprezzo sempre una punta di sarcasmo, sarò il primo a tentare di rispondervi a tono.

Non sono in cerca di prestiti ultravantaggiosi, ma sono ben disposto verso le donazioni spontanee!