mercoledì 29 novembre 2017

Justice League di Zack Snyder, Joss Whedon (2017)


USA 2017
Titolo Originale: Justice League
Regia: Zack Snyder, Joss Whedon
Sceneggiatura: Chris Terrio, Joss Whedon
Cast: Ben Affleck, Henry Cavill, Gal Gadot, Ezra Miller, Jason Momoa, Ray Fisher, Ciarán Hinds, Amy Adams, Jeremy Irons, Diane Lane, J. K. Simmons, Connie Nielsen, Robin Wright
Durata: 121 minuti
Genere: Azione, Supereroi


Uscito nei cinema italiani un paio di settimane fa con l'intento nemmeno troppo velatamente dichiarato di inglobare una marea di soldi di incassi, con i distributori cinematografici italiani che hanno fatto di tutto pur di non lanciare altri film interessanti in quella settimana, "Justice League" aveva il compito di risollevare in qualche modo un progetto cinematografico mai veramente decollato, quello del DC Extended Universe. Un progetto che innanzitutto non è decollato per colpa della mancanza di lungimiranza da parte dei produttori, che sembrano annaspare tra un film e l'altro senza dare ad essi un vero e proprio filo logico, mentre in secondo luogo è stata anche la qualità dei singoli film a risentirne, con ben tre pellicole su cinque affidate a Zack Snyder che avrà pure uno stile registico ben preciso che però, secondo me, non si addice particolarmente con questo tipo di film, mentre ad esempio in "300" mi era abbastanza piaciuto. Un progetto, quello di "Justice League", molto simile a quello di "The Avengers" per il Marvel Cinematic Universe, con un assemblamento di supereroi alleati per sconfiggere una minaccia di proporzioni gigantesche, ma molto diverso in quanto a realizzazione: mentre i personaggi messi assieme in "The Avengers" erano stati introdotti ognuno con almeno un film dedicato,di quelli coinvolti in "Justice League" sono stati introdotti solamente Superman in "L'uomo d'acciaio", Batman, assieme a Superman, in "Batman v. Superman: Dawn of Justice" e Wonder Woman nell'omonimo film.
Contro ogni pronostico e viste le poche aspettative che avevo su di esso, "Justice League" funziona per buona parte della sua durata, fortunatamente non eccessiva come gli altri esemplari del DC Extended Universe, ma giusta per da una parte introdurre - anche se abbastanza a grandi linee - tutti i personaggi a cui non era stato dedicato un film, mentre dall'altra per presentare il cattivo della pellicola e dedicarci dei bei combattimenti, nei quali si vede bella forte la mano di Joss Whedon che ha preso il posto di Zack Snyder in post produzione in seguito al suicidio della figlia ventenne. Lungi da me scherzare su una tragedia del genere, ma si vede abbastanza bene durante il film la diversa mano dietro la macchina da presa, con gli ormai arcinoti slow-motion di Snyder che qui, fortunatamente, sono abbastanza risicati se non quando strettamente necessari - e per me uno slow-motion è strettamente necessario solamente quando il protagonista della scena si muove alla velocità della luce, ogni riferimento a personaggi di questo film è puramente casuale -.
L'assemblamento dei diversi eroi funziona in maniera abbastanza soddisfacente, così come funziona il cast che interpreta le diverse anime di questo film. Abbiamo un Ben Affleck nei panni di Batman a fare da collante, un Henry Cavill che nei panni di Superman appare poco e forse la cosa non è necessariamente un male e una Wonder Woman interpretata dalla splendida Gal Gadot sulla quale ormai le parole sarebbero sprecate e che è un po' il capitano morale della squadra. Squadra che viene messa insieme in questo film con personaggi come Aquaman, interpretato da Jason Momoa, al quale nel 2018 sarà dedicato un film standalone, Flash interpretato da Ezra Miller che è un po' l'anima comica del gruppo e Cyborg, interpretato da Ray Fisher sul quale non ho sviluppato una particolare opinione, dato che il personaggio non mi ha fatto nè caldo nè freddo.
Mentre mi è piaciuta particolarmente la fase di costruzione della squadra, ad impressionarmi di meno è stata la seconda parte dedicata alla lotta contro il cattivo Steppenwolf - sul quale torneremo a breve quando riporterò anche per il pubblico del blog qualche considerazione che ho fatto su un famoso social network blu dopo la visione del film -, con degli effetti speciali che talvolta non mi sono sembrati particolarmente all'altezza e con una risoluzione finale che non ho particolarmente gradito, soprattutto alla luce di come il personaggio risultasse, inizialmente, particolarmente credibile nel suo ruolo. "Justice League è dunque un film con luci e ombre, ma sicuramente abbastanza luci da farlo diventare sin da ora per me il miglior film del "DC Extended Universe" - non che ci voglia moltissimo a dire la verità -, in grado di divertirmi dall'inizio alla fine senza mai annoiarmi.

Voto: 6,5

E ora, per chi non mi segue su Facebook, un piccolo riassunto fase per fase della visione del film, avvenuta Domenica sera, scritto di getto dopo il mio arrivo a casa. Il riassunto parte dai trailer trasmessi prima della proiezione della pellicola.

  • Trailer di "Jumanji": quanto é bella Karen Gillan.
  • Trailer del film di Woody Allen: quanto é bella Juno Temple.
  • Trailer di "Star Wars: Capitolo VIII - Gli ultimi Jedi": quanto é bella Daisy Ridley.
  • Inizio di "Justice League": quanto é bella Gal Gadot.
  • Mi ero ripromesso di contare i rallenty nel corso del film. Al secondo rallenty dopo meno di quattro minuti ho deciso di smettere di contare. Odino solo sa quanto odio gli slow motion. Alla fine, a sorpresa, se escludiamo i rallenty obbligati per la presenza di Flash, sono stati veramente pochi.
  • Zack Snyder e Joss Whedon all'inizio indugiano molto sulle chiappe di Gal Gadot. Bene. Benissimo. Poi per par condicio lo fanno anche coi pettorali di Jason Momoa e di Henry Cavill. Ma direi che era doveroso.
  • Se l'ingresso in scena di Steppenwolf fosse stato accompagnato da Born to be Wild mi sarei alzato, avrei applaudito fragorosamente e me ne sarei andato, subito, soddisfattissimo, dalla sala.
  • La prima parte funziona, nella seconda si picchiano, gli effetti visivi in qualche frangente mi hanno deluso abbastanza ma alla fin fine mi sono divertito. Forse il DC Extended Universe ha davvero azzeccato un film.
  • Quanto é bella Gal Gadot.

4 commenti:

  1. Ci mancava solo Flash, in modo da dare a Snyder una scusa non per fare scene al rallenty, ma direttamente con la super slomotion! ;-) Concordo su Gal Gadot, ho visto il film ieri sera e non mi ha impressionato, mi è sembrato un discreto pasticcio, applicato ad una generica storia senza guizzi, mi ha fatto rimpiangere che in giro non ci siano più i Mel Brooks e Zucker-Abrahams-Zucker, altrimenti avremmo una nuova generazione di parodie da storia del cinema. Cheers!

    RispondiElimina
  2. Non l'ho ancora visto, ma intanto posso dirti che il poster è uno dei peggiori mai visti? ;)

    RispondiElimina
  3. Non l'ho ancora visto, ahi ahi! Devo confessare di essere tra i quattro gatti che non solo hanno apprezzato Man of Steel ma hanno anche salvato BvS. Le mie aspettative rimangono alte nonostante le vicissitudini legate alla produzione di questo Justice League :D Ti dirò!

    RispondiElimina
  4. L'ho trovato molto gradevole come blockbuster. Mi è volato sotto il naso. C'è ancora molto da fare per il DCEU, ma se continuano così non mi dispiace.

    RispondiElimina

Quando commentate ricordate che si sta pur sempre parlando di opinioni, quindi siate educati. Apprezzo sempre una punta di sarcasmo, sarò il primo a tentare di rispondervi a tono.

Non sono in cerca di prestiti ultravantaggiosi, ma sono ben disposto verso le donazioni spontanee!