martedì 19 marzo 2019

Non è romantico? di Todd Strauss-Schulson (2019)



USA 2019
Titolo Originale: Isn't it Romantic?
Regia: Todd Strauss-Schulson
Sceneggiatura: Erin Cardillo, Dana Fox, Katie Silberman
Cast: Rebel Wilson, Liam Hemsworth, Adam DeVine, Priyanka Chopra, Brandon Scott Jones, Betty Gilpin
Durata: 88 minuti
Genere: Commedia


É oramai noto a tutta la blogosfera quanto io sia refrattario, nella mia triste e cinica vita e solo cinematograficamente parlando, a tre cose: i film d'animazione, i film sull'amicizia uomo-animale e le commedie romantiche. Posso guardarmi i film più strappalacrime del mondo ed emozionarmi grazie alle solite trovate facilone, rido a crepapelle davanti alla comicità demenziale e al black humour soprattutto, ma se ci sono tre cose che non mi smuovono manco per sbaglio quando guardo un film: bambini che stringono amicizie con cani, film d'animazione per tutte le età - una cosa che ho sviluppato solo negli ultimi anni, purtroppo - e storie d'amore nate per essere sfigate, ma che finiscono bene e vissero tutti felici e contenti. Per una serata senza pensieri nella quale anche solo l'idea di cercarmi un film da vedere mi stava portando alla stanchezza, ho però deciso di andare sul facile, guardando il consigliato "Non è romantico?", presente su Netflix e diretto da Todd Strauss-Schulson, che comunque aveva già diretto "The Final Girls", una delle sorprese horror del 2015, ed interpretato da Rebel Wilson e Adam DeVine. E fateci caso che se cercate una commedia su Netflix, al novanta per cento ci trovate dentro Adam DeVine che interpreta il ruolo dell'idiota, che c'è anche da dire che gli calza proprio a pennello, sarà che un po' lo è?
Natalie è una ragazza che lavora come architetto in uno studio di New York e che vive da sola in casa con il suo cane. Nella sua vita si sente completa e non pare aver bisogno di una relazione romantica per completare la sua esistenza, tanto che l'idea del romanticismo la rende spesso cinica e refrattaria. Opponendo resistenza ad un tentativo di scippo, Natalie andrà a sbattere contro un palo, riportando un trauma: al suo risveglio, in ospedale, si renderà conto che la sua vita si sta svolgendo proprio come nelle commedie romantiche: tutto gira sempre per il verso giusto, il mondo è profumato e le persone attorno a lei sono sempre felici e si comportano in modo strano.
Mentre Adam DeVine non è che mi sia mai stato particolarmente simpatico, il contrario penso di Rebel Wilson, che già avevo avuto modo di apprezzare nei panni di Ciccia Amy nella trilogia di "Pitch Perfect", un gran personaggio, soprattutto nei primi due film. Speravo dunque, in tutta sincerità, di trovarmi davanti ad una commedia simpatica proprio come la sua protagonista e alla fine, senza avere particolari pretese a riguardo, quello che ho cercato in questa pellicola l'ho trovato. Ora, a differenza di molti altri sulla rete, questa parodia della commedia romantica che ne mette alla berlina tutti i clichè, giocando con essi, non l'ho trovata particolarmente geniale, tant'è che il regista stesso aveva fatto giusto tre anni prima la stessa cosa con i genere slasher, in un film come "The Final Girls" che gli è riuscito certamente meglio, anche per il suo intento di scherzare sui clichè del genere. Il problema di "Non è romantico?" sta più che altro nel fatto che si prendano in giro tutti i clichè delle commedie romantiche, seguendone comunque la stessa struttura, anche nel momento in cui si esce dal mondo "fantastico" in cui si è trovata catapultata la protagonista e l'ho vista un po' come una cosa contraddittoria: magari abbandonare un po' la rotta tipica della commedia romantica sarebbe stato più efficace per prenderla in giro. Siamo comunque davanti ad un film spensierato e senza particolari pretese che si lascia guardare senza problemi, solo mi aspettavo, molto sinceramente, di ritrovarmi alla fine del film essendomi divertito un po' di più, cosa che alla fin fine non si è realizzata, purtroppo.

Voto: 5,5

2 commenti:

  1. Ero lì lì per decidermi a vederlo, più che altro perché ne stanno parlando in tanti molto bene, eppure mi puzzava proprio di “The final girls”, una robetta troppo intenta a fissarsi l’ombelico. Se gli appioppi un voto basso tu mi fido, tu voti i film come farei io se fossi capace a farlo ;-) Cheers

    RispondiElimina
  2. Guarda ti dico che noi l'abbiamo visto e abbiamo addirittura saltato la recensione tanto il schifo che ci ha fatto :D Diciamo che le parti più divertenti le hanno messe nel trailer, poi è dimenticabile

    RispondiElimina

Quando commentate ricordate che si sta pur sempre parlando di opinioni, quindi siate educati. Apprezzo sempre una punta di sarcasmo, sarò il primo a tentare di rispondervi a tono.

Non sono in cerca di prestiti ultravantaggiosi, ma sono ben disposto verso le donazioni spontanee!