venerdì 1 marzo 2019

You Get Me di Brent Bonacorso (2017)



USA 2017
Titolo Originale: You Get Me
Regia: Brent Bonacorso
Sceneggiatura: Ben Epstein
Cast: Taylor John Smith, Bella Thorne, Halston Sage, Nash Grier, Anna Akana, Rhys Wakefield, Brigid Brannagh, Kathryn Morris, Kimberly Williams-Paisley, Yasmin Al-Bustami, Farrah Mackenzie, Joshua Banday, Garcekke Beauvais
Durata: 89 minuti
Genere: Thriller


Dopo un po' di settimane dedicate al buon cinema, in vista della notte degli Oscar e del mio obiettivo di guardare quanto meno tutte le pellicole candidate all'Oscar come miglior film, è tempo di ritornare ai film di merda e, dopo aver parlato a inizio settimana de "L'esorcismo di Hannah Grace" che ovviamente non mi è piaciuto, è ora di disquisire, anche se brevemente, di "You Get Me", thrillerino adolescenziale presente su Netflix con l'attrice Bella Thorne diventata famosa grazie a Disney Channel. Con Bella Thorne io ammetto di avere un problema molto serio: da quando l'ho notata le prime volte - era già maggiorenne, quindi posso dire ciò che credo - l'ho sempre trovata di una bellezza impressionante e il fatto che fosse rossa giocava ovviamente a suo favore. Ho iniziato persino a seguirla su Instagram dove le sue foto sono una meglio dell'altra. Ora però ultimamente, non so bene da quanto, le è successo qualcosa che non me la fa più piacere come prima: ha cominciato ad indossare il septum, quel piercing al naso che secondo la mia personalissima e inutilissima opinione rovina letteralmente il volto di una ragazza. Ora, io la prendo molto alla larga, perchè il film in questione non è che meriti moltissime parole, ma ammetto di aver passato la serata su Netflix a guardare questo lavoro solo per la presenza di Bella Thorne, per giunta senza il septum, quindi molto molto più bella rispetto a come è nelle attuali foto su Instagram, che trovo tanto più belle quanto meno il suo volto è visibile. In questo film però c'è pure Halston Sage, altra attrice che trovo carinissima e i film in cui lei è presente che ho visto li ho spesso e volentieri trovati leggeri e divertenti, tranne questo, ovviamente.
Tyler, interpretato da Taylor John Smith, è un ragazzo che crede di aver incontrato in Alison, interpretata da Halston Sage, l'amore della sua vita. Venuto a conoscenza ad una festa del passato burrascoso di Alison tramite un suo ex, Tyler decide di porre fine alla relazione la sera stessa, per poi, poche ore dopo, passare una notte di sesso con Holly, interpretata da Bella Thorne, appena conosciuta e anche lei da poco lasciatasi con il ragazzo. La storia di una notte finisce subito e Tyler decide di tornare da Alison: i due si ricongiungono e si rimettono insieme, ma Holly, nel frattempo iscrittasi nella stessa scuola dei due, è del tutto intenzionata a perseguitare Tyler fino a portarlo a rivelare il suo segreto relativo a quella notte ad Alison, per potere poi stare con Holly.
Quando guardo un film su Netflix mi è molto più facile decidere di guardarlo in lingua originale: avendone la possibilità ed essendo nel mood giusto, preferisco cimentarmi con la visione in lingua, per apprezzare al meglio le interpretazioni e per migliorare la mia lingua inglese, per quanto possibile. Ecco, forse in questo caso avrei fatto meglio a vedere il film in italiano, nella speranza che il doppiaggio rendesse il tutto più piatto, magari facendo sembrare la recitazione un po' più credibile. I problemi di questo filmettino totalmente innocuo non stanno però solamente nella scarsa recitazione dei protagonisti, quanto anche nel fatto che le cose avvengono così tanto in fretta che si fa una fatica bestiale, come spettatori, ad assimilarle: tra un film lento e un film in cui le cose accadono talmente in fretta da non far nemmeno capire quanto tempo passi tra un avvenimento e l'altro c'è sempre quella via di mezzo che rappresenta una buona gestione dei tempi narrativi, cosa che qui, ovviamente non è presente. Per non parlare poi di un triangolo amoroso che assume tinte thriller fino ad arrivare ad un finale che sa di già visto e che risulta essere persino troppo aperto, tipico dei thriller adolescenziali, che finiscono con un colpo di scena che dovrebbe lasciare gli spettatori in allerta, ma alla fine risulta per essere quasi patetico.
Insomma, in "You Get Me" Halston Sage è davvero bellina, Bella Thorne senza septum è il solito splendore... è solo il film che fa schifo.

Voto: 4

1 commento:

  1. Attrazione fatale per bimbiminkia.
    Visto un paio di estati fa.

    RispondiElimina

Quando commentate ricordate che si sta pur sempre parlando di opinioni, quindi siate educati. Apprezzo sempre una punta di sarcasmo, sarò il primo a tentare di rispondervi a tono.

Non sono in cerca di prestiti ultravantaggiosi, ma sono ben disposto verso le donazioni spontanee!