venerdì 27 aprile 2018

Counterpart - Stagione 1

Counterpart
(serie TV, stagione 1)
Episodi: 10
Creatore: Justin Marks
Rete Americana: Starz
Rete Italiana: Inedita
Cast: J. K. Simmons, Olivia Williams, Harry Loyd, Nazanin Boniadi, Sara Serraiocco, Ulrich Thomsen, Nicholas Pinnock
Genere: Fantascienza, Spionaggio


In questa prima parte del 2018 non è che il mondo della serialità televisiva si stia rivelando particolarmente in forma: tante sono le serie che attendevo con una certa impazienza, ma ancora il vero e proprio capolavoro - nonostante le presentazioni in pompa magna - non l'ho visto. Con un'enorme fiducia data dalla compresenza dei due fattori Starz e la presenza di ben due J. K. Simmons ho deciso di affrontare la visione di "Counterpart", serie televisiva di spionaggio fantascientifico che mi attirava, soprattutto, per la presenza del tema del doppio e degli universi paralleli che mi hanno sempre affascinato. Siamo partiti da "Fringe" che ho adorato per ben cinque anni, siamo passati attraverso "Another Earth", che affrontava il tema in maniera del tutto diversa ed interessantissima e siamo arrivati a "Counterpart" e vedremo un po' come è andata con questa visione.
Howard Silk, interpretato da J. K. Simmons, lavora da trent'anni in un'agenzia burocratica di Berlino, occupando sempre la stessa mansione. L'agenzia nasconde però un enorme segreto, che presto gli verrà rivelato: essa funge da passaggio interdimensionale verso un mondo parallelo creato artificialmente anni prima come copia del nostro, in cui le persone nel corso degli anni hanno seguito ovviamente strade di vita diverse. Avrà la possibilità di incontrare la sua controparte, che si intrufolerà nel nostro mondo per proteggere sua moglie, in coma per un incidente stradale, la cui vita viene minacciata da una pericolosa assassina venuta dall'altro mondo. Sin dal primo episodio, che presenta la situazione molto bene catapultando lo spettatore in un mondo sì contemporaneo, ma che paradossalmente riporta alle atmosfere di quei film di spionaggio dell'epoca della Guerra Fredda, ho trovato un fascino particolare verso questa serie, che mette in scena una storia ben definita facendoci conoscere le vicende dei tanti personaggi che ruotano attorno ad essa.
Dal punto di vista tecnico e registico la serie è molto buona, solidissima, senza particolari guizzi creativi e, anche se la sceneggiatura a tratti si lascia troppo andare in esagerazioni e punti oscuri ed inspiegabili, il tutto funziona piuttosto bene soprattutto per quel che riguarda da una parte l'interazione tra i diversi personaggi in scena, mentre dall'altra lo scambio che avverrà ad un certo punto della narrazione tra il protagonista e la sua controparte, scambio che porterà ad ovvi equivoci e ad una evoluzione della vicenda piuttosto inaspettata. Alla fine la trama, che ruota attorno alla ricerca di una talpa all'interno dell'agenzia in cui lavora il protagonista, si trasforma in quella che è, appunto, una vera e propria Guerra Fredda in epoca contemporanea tra i due mondi e da qui deriva la scelta azzeccatissima di dare alla narrazione quel tono da spy-story dell'epoca della Guerra Fredda.
Particolarmente apprezzate sono poi le interpretazioni di alcuni attori, mentre altre mi hanno convinto sicuramente di meno. Da una parte il doppio ruolo di J. K. Simmons funziona alla grandissima: solitamente quando un attore deve interpretare più personaggi all'interno della stessa vicenda, si mostra la sua bravura evidenziandone l'estrema diversità caratteriale tra essi. Qui J. K. Simmons interpreta due personaggi che hanno sì seguito percorsi di vita differenti, ma sono caratterialmente diversi solo per alcune sfumature, le due personalità non sono estremamente diverse come ad esempio quelle interpretate da Tatiana Maslany in "Orphan Black". Particolarmente apprezzata anche Olivia Williams nei panni della moglie di Howard, così come quella dell'italiana Sara Serraiocco nei panni di Baldwin. Meno convincente la performance di Harry Loyd nei panni di Peter Quayle, con un ruolo importantissimo nell'agenzia e uno dei pochi del nostro mondo a conoscere il segreto del mondo parallelo. Siamo dunque davanti ad una serie davvero ben confezionata, in grado di tenere lo spettatore incollato allo schermo dall'inizio alla fine, ma ancora, in questo inizio di 2018, il capolavoro seriale televisivo stenta ad arrivare.

Voto: 7,5

3 commenti:

  1. Il cast è ottimo, J. K. Simmons una garanzia, posso solo aggiungere grazie per la dritta, rischiavo di perdermi questa serie! Cheers

    RispondiElimina
  2. Ciao sig. E sig.ra
    Offrire un prestito tra individuo a un tasso del 2% per avviare la propria attività o per un progetto. Concedo un prestito attivo di € 3.000 a oltre € 900.000. Se hai bisogno di soldi per altri motivi, non esitare a contattarmi per ulteriori informazioni
    E-mail: danielapetrucci07@gmail.com

    RispondiElimina
  3. Molto interessante, sembra proprio il tipo di serie che piace anche a me per temi e ambientazione... aggiunta alla lista! ;-)

    RispondiElimina

Quando commentate ricordate che si sta pur sempre parlando di opinioni, quindi siate educati. Apprezzo sempre una punta di sarcasmo, sarò il primo a tentare di rispondervi a tono.

Non sono in cerca di prestiti ultravantaggiosi, ma sono ben disposto verso le donazioni spontanee!