martedì 2 gennaio 2018

DEL MEGLIO DEL NOSTRO MEGLIO - Le migliori serie TV del 2017 (Pos. 10-1)

Dopo aver visto ieri le posizioni dalla 20 alla 11 della mia personalissima top 20 delle serie TV del 2017, ecco che è arrivato finalmente il momento della top 10, ma, soprattutto, di dichiarare la migliore serie del 2017, o meglio, che ho visto nel 2017. A scanso di equivoci, ci tengo a ripetere il disclaimer fatto ieri riguardo alle serie che non trovate nella mia top 20, che di solito si dice che "una parola è poca e due sono troppe", ma con la gente dell'internet non si sa mai.

Se non trovate qui la vostra serie preferita - o non l'avete trovata ieri - le possibilità sono due, mutuamente esclusive.
  • Non l'ho vista: sono umano, ho un lavoro che esula dal guardare serie TV e ogni tanto esco a bere qualche birra.
  • Non mi è piaciuta abbastanza da finire nella top 20: se il mondo è bello perchè è vario, i miei gusti sono i miei gusti e non è detto che serie che voi ritenete imprescindibili mi siano piaciute.
Prima di cominciare con la classifica, è bene ricordare l'albo d'oro delle migliori serie passate sui miei schermi da quando questo blog è nato (inizialmente la classifica era stagionale, poi è diventata annuale a partire dal 2015):

2011/2012 - American Horror Story: Murder House
2012/2013 - Homeland
2013/2014 - Breaking Bad e True Detective
2015 - Sense8
2016 - The Young Pope

Ma ora bando alle ciance ed ecco le dieci serie con coi ho più goduto nel 2017!



10) Marvel's The Punisher - Stagione 1


La collaborazione tra Netflix e Marvel Cinematic Universe quest'anno colpisce fortissimo con quella che era la sua seconda serie più attesa dell'anno dopo "Marvel's The Defenders". Non mi sarei immaginato un Punitore diverso da Jon Bernthal, così come la storia, a parte forse qualche lungaggine di troppo, mi ha soddisfatto dall'inizio alla fine.

LEGGI LA MIA RECENSIONE


9) Rick & Morty - Stagioni 1, 2 e 3


Grande recupero di questa annata con le prime due stagioni di questa divertentissima serie animata prodotta da Adult Swim. Serie animata che ha alzato ancora di più il livello di divertimento e di assurdità - sempre però coerentissime, con la trama che fila a meraviglia - con la terza stagione, uscita in Italia all'inizio di Novembre. Fatevi un favore, guardatela!

LEGGI LA RECENSIONE DELLE PRIME DUE STAGIONI
LEGGI LA RECENSIONE DELLA TERZA STAGIONE


8) Stranger Things - Stagione 2


La prima stagione di "Stranger Things" mi aveva sorpreso in positivo, la seconda perde un po' l'effetto sorpresa, ma riesce a mantenersi più o meno sugli stessi livelli della precedente, omaggiando a suo modo gli anni '80 e risultando godibilissima dall'inizio alla fine.

LEGGI LA MIA RECENSIONE


7) Big Little Lies - Stagione 1


"Big Little Lies" rischia in un colpo solo di avere il cast femminile più bello e meglio assortito dell'anno, sicuramente quello in grado di alzare, da solo, il livello di un'intera produzione televisiva, che dall'inizio alla fine tiene lo spettatore incollato allo schermo. Come per "Tredici" devo capire bene il senso dell'annuncio della seconda stagione, intanto però mi continuo a godere il ricordo di questa.

LEGGI LA MIA RECENSIONE


6) Feud: Bette and Joan


La storia della rivalità artistica, ma anche personale, tra Bette Davis e Joan Crawford raccontata da Ryan Murphy, padre di alcune delle serie più interessanti degli ultimi anni, sul set di "Che fine ha fatto Baby Jane?". Jessica Lange e Susan Sarandon magnifiche interpreti delle due protagoniste, ma anche il resto del cast non scherza in quanto a capacità recitative.

LEGGI LA MIA RECENSIONE


5) Mindhunter - Stagione 1


La mia perversa curiosità verso le storie di serial killer non poteva che farmi appassionare, forse eccessivamente, ma anche no, alla prima stagione di "Mindhunter", che racconta la storia dei primi profiler nella storia dell'FBI, creatori della figura del serial killer, intervistando spietati assassini e, appunto, profilandoli. Intrigantissima.

LEGGI LA MIA RECENSIONE


4) Halt and Catch Fire - Stagione 4


Finale di serie per "Halt and Catch Fire", che ho davvero amato nel corso di questi quattro anni. Bella l'idea, che non ho visto moltissime volte a dire la verità, di non far chiudere per davvero il cerchio di tutti i personaggi, quanto più che altro di aprire a nuove possibilità, che non ci verranno mai raccontate. La scena finale, sulle note di Solsbury Hill di Peter Gabriel è stata una delle cose più emozionanti che abbia visto nel corso del 2017.

LEGGI LA MIA RECENSIONE


3) Bojack Horseman - Stagione 4


Oltre a "Rick & Morty", se volete fare un favore a voi stessi, guardate anche "Bojack Horseman", che con questa quarta stagione è riuscita, ancora una volta, a migliorarsi grazie a episodi geniali e a devastanti pugni nello stomaco. Questi animali antropomorfi protagonisti della serie poi sono più umani di moltissimi personaggi umani di altre serie televisive.

LEGGI LA MIA RECENSIONE


2) American Gods - Stagione 1


E con questo secondo posto viene fuori il mio amore incondizionato verso un certo genere di serie televisive. "American Gods" incarna, in qualche modo, ciò che cerco in una serie fantasy - se il termine può essere considerato appropriato -. Personaggi pazzeschi, una mitologia che se ben sviluppata potrebbe dare enormi soddisfazioni e la voglia da parte mia di guardarmi un episodio dietro l'altro senza sosta.

LEGGI LA MIA RECENSIONE


1) The OA - Stagione 1


Non ho fatto in tempo a vedere la prima stagione di "The OA" lo scorso anno quando uscì intorno a Dicembre. L'ho recuperata subito a Gennaio e già avevo il sospetto che sarebbe diventata una delle serie del mio 2017. Non per demerito delle altre, ma sicuramente per merito suo, "The OA" è riuscita a resistere e a non farsi superare da nessun'altra serie vista quest'anno. Nessuna infatti è riuscita a creare quella dose di additività e di curiosità verso la vicenda come questa serie, motivo per cui, il premio di miglior serie del 2017, va alla prima stagione di "The OA", senza appello.

LEGGI LA MIA RECENSIONE

5 commenti:

  1. Bojack, bojack, bojack.

    Che poi guardando all'inizio ho commesso l'errore di dire: 'bellissima, ma Bojack è tantissimo lontano dallo spettatore'. Non è stato così, invece, già dalla prima serie, per il suo amore 'soffocato' per Diane e il suo desiderio di normalità.

    E' una serie profonda, parte con qualche slancio alla Griffin ma poi..la supera decisamente. E' un umorismo forte, spesso cinico, ma fa davvero riflettere. Anche i Griffin hanno una forte valenza critica verso la società, tuttavia se ci pensiamo bene le scene che fanno più ridere sono quelle eccessive.

    Quindi Bojack tutta la vita :)

    RispondiElimina
  2. Sinceramente non me l'aspettavo, ma di questi ho visto solo Stranger Things 2, gli altri tutti da recuperare...per cui niente da ribattere ;)

    RispondiElimina
  3. Complimenti per esserti ricordato di "Feud" nelle varie classifiche lo stanno quasi tutti ignorando invece è un capolavoro secondo me ;-) Cheers

    RispondiElimina
  4. Qualcosa che non mi torna (il confuso American Gods, quella seconda parte un po' "troppo" di The OA, Mindhunter) c'è, qualcosa che mi manca ma continuerà a mancarmi (Punisher, Feud), pure, ma di titoli imprescindibili ce ne sono.

    p.s. proprio in questi giorni di vacanza sto facendo una maratona recuperativa di Rick e Morty, che goduria!

    RispondiElimina
  5. 3 titoli in comune e un grandissimo applauso per The OA, che avevo inserito nella top ten dello scorso anno: gran titolo e grandissima esperienza ancora una volta targata Netflix!
    Un saluto,
    Fede

    RispondiElimina

Quando commentate ricordate che si sta pur sempre parlando di opinioni, quindi siate educati. Apprezzo sempre una punta di sarcasmo, sarò il primo a tentare di rispondervi a tono.

Non sono in cerca di prestiti ultravantaggiosi, ma sono ben disposto verso le donazioni spontanee!