venerdì 31 agosto 2018

GLI ALTRI FILM DI LUGLIO E AGOSTO - Quick Reviews

Nel corso del mese di Luglio non ho visto tanti film che andassero bene per la solita rubrica mensile con il recap di tutti i film che ho visto nel mese, ma che non hanno meritato una recensione completa. In Agosto invece ho trovato altro materiale da inserire, ed ecco che, eccezionalmente, si raccolgono le visioni degli ultimi due mesi in questo post, visioni di ogni tipo!


Kuroko No Basket - The Last Game

Giappone 2017
Titolo Originale: 劇場版 黒子のバスケ LAST GAME (Gekijō-ban Kuroko no Basuke Rasuto Gēmu)
Regia: Shunshuke Tada
Personaggi: Tetsuya Kuroko, Taiga Kagami, Shintarō Midorima, Seijūrō Akashi, Daiki Aomine, Atsushi Murasakibara, Ryōta Kise, Riko Aida, Satsuki Momoi, Kagetora Aida, Kousuke Wakamatsu, Junpei Hyūga, Kazunari Takao
Genere: Animazione

Qualche anno fa mi ero recuperato, in tempi da record, l'intera serie animata di "Kuroko No Basket", che parla di una squadra di basket del Giappone che deve lottare contro la cosiddetta Generazione dei miracoli, giocatori di pallacanestro con superpoteri, insomma, i più forti di tutto il Giappone, che hanno giocato nella stessa squadra alle scuole medie, ma che ora si sono divisi ognuno in una squadra diversa. Ecco che, per chiudere il cerchio, arriva anche un film dedicato, in cui la Generazione dei Miracoli viene riunita per un'epica partita contro una squadra di street basket americana, ovviamente anch'essi con i superpoteri. Inutile dire che, come con la serie animata, guardando questo anime mi sono divertito abbastanza, nonostante il mettere insieme i sei protagonisti della storia faccia un po' perdere il gusto: alla fine il match che è il centro del film non è tanto una partita di basket tra due squadre, ma una partita in cui nel corso dei minuti vengono fuori, a turno, tutti i talenti dei diversi giocatori. Ovviamente non c'è una trama e non viene dato spessore ai personaggi - cosa che invece viene fatto abbastanza bene nell'anime - ma, come detto, mi ci sono divertito e volevo vederlo da tempo, quindi ogni tanto una visione così ben venga!

Voto: 6


Gli sdraiati

Italia 2017
Titolo Originale: Gli sdraiati
Regia: Francesca Archibugi
Cast: Claudio Bisio, Gaddo Bacchini, Ilaria Brusadelli, Cochi Ponzoni, Antonia Truppo, Matteo Oscar Giuggioli, Gigio Alberti, Barbara Ronchi, Federica Fracassi, Donatella Finocchiaro, Sandra Ceccarelli
Genere: Drammatico



Giorgio Selva, interpretato da Claudio Bisio, è un giornalista televisivo che ha avuto dalla sua ex moglie un figlio, di nome Tito interpretato da Gaddo Bacchini, che trascorre metà del tempo con il padre e metà con la madre. I tentativi di Giorgio di recuperare un rapporto con il figlio continuano a fallire, a causa dell'insistenza di lui e le cose cambiano ancora quando Tito conosce Alice, interpretata da Ilaria Brusadelli, figlia di Rosalba, una ex del padre. Claudio Bisio è uno di quegli attori che mi è sempre stato particolarmente simpatico, soprattutto nelle commedie in cui ha recitato e in qualche suo lavoro televisivo. Purtroppo però, a parte l'ottimo "Si può fare" e in "Mediterraneo" - che in quel senso è un film un po' più borderline -, ho sempre fato fatica ad apprezzarlo nelle sue parti drammatiche. A questo ci aggiungiamo che "Gli sdraiati" risulta essere un film particolarmente tedioso e che vorrebbe parlare di temi importanti, senza che la regista Francesca Archibugi si preoccupi di coinvolgere in nessun modo lo spettatore, ecco che si capisce il perchè anche questa ennesima prova drammatica di Claudio Bisio abbia fatto abbastanza fatica a sopportarla.

Voto: 4,5


Orbita 9

Spagna, Colombia 2017
Titolo Originale: Orbita 9
Regia: Hatem Khraiche
Cast: Clara Lago, Álex González, Belén Rueda, Andrés Parra, Kristina Lilley, John Alex Castillo
Genere: Fantascienza, Thriller



Una di quelle sere in cui lo scazzo era totale, vado sul sempre prodigo Netflix che mi suggerisce la visione di "Orbita 9", pellicola di fantascienza spagnola che gli italiani manco si sono sognati di doppiare, in cui la protagonista è Helena, interpretata da Clara Lago, una donna in viaggio in solitaria su un'astronave nella quale è nata venti anni prima. I genitori l'hanno abbandonata tre anni prima, per aumentare le probabilità di successo di un viaggio che sarebbe durato altri quarant'anni verso la colonia di Celeste. Interessante lo spunto di partenza, che prevede, oltre alle altre cose, anche il fatto che la protagonista, dovendo recitare in solitaria, sia abbastanza brava, non altrettanto bella la realizzazione e il modo in cui evolve la vicenda, che si lascia andare a dei colpi di scena già visti in altri lavori ben più notevoli e che difficilmente faranno sobbalzare sulla sedia lo spettatore. Insomma, film decente da guardare se si ha uno scazzo incredibile addosso, un po' meno se si vuole anche qualcosa di coinvolgente e di cinematograficamente interessante.

Voto: 5


Ghost Stories

Regno Unito 2017
Titolo Originale: Ghost Stories
Regia: Jeremy Dyson, Andy Nyman
Cast: Andy Nyman, Martin Freeman, Alex Lawther, Paul Whitehouse, Nicholas Burns, Jill Halfpenny, Kobna Holdbrook-Smith, Daniel Hill, Amy Doyle, Ramzan Miah, Paul Warren
Genere: Horror



Uscito in Italia presentato come uno dei più interessanti film horror sui fantasmi degli ultimi anni, ho colpevolmente - ma nemmeno troppo - aspettato a vederlo e alla fine non ne sono rimasto totalmente entusiasta. Philip Goodman, interpretato da Andy Nyman, è un professore di psicologia che riceve una misteriosa lettera riguardante tre casi irrisolti. I tre casi, che dividono il film in tre episodi distinti, mineranno la razionalità del professore e lo metteranno di fronte a fenomeni soprannaturali inspiegabili. Adattamento dell'opera teatrale dagli stessi registi Jeremy Dyson e Andy Nyman, "Ghost Stories" pare da una parte un film d'altri tempi, mentre dall'altra mostra tutto il suo impianto teatrale, con i ritmi narrativi che si prendono i loro tempi e mostrano le immagini con una certa cura per il dettaglio. Nonostante nessuna delle tre storie mi abbia coinvolto particolarmente, qualche sprazzo di inquietudine e di spavento l'ho provata, senza però mai esagerare.

Voto: 6


Le ultime 24 ore

USA, Sudafrica 2017
Titolo Originale: 24 Hours to Live
Regia: Brian Smrz
Cast: Ethan Hawke, Xu Qing, Paul Anderson, Rutger Hauer, Tyrone Keogh, Nathalie Boltt, Liam Cunningham, Jeremy Yong, Susan Young, Tanya van Graan, Hakeem Kae-Kazim
Genere: Fantascienza, Azione



Tra le poche uscite estive di questa calda stagione, "Le ultime 24 ore" era, nell'ambito del cinema action, una di quelle su cui riponevo le più flebili speranze. Il protagonista della vicenda è Travis Conrad, interpretato da Ethan Hawke, è un agente speciale ritiratosi dopo la morte della moglie e del figlio. Convinto da un amico a tornare sul campo per uccidere Lin, agente dell'Interpol interpretato da Xu Qing, ma viene colpito a morte proprio da quest'ultimo. L'associazione per cui lavora però riuscirà a riportarlo in vita, per sole 24 ore. Per quanto il presupposto fantascientifico fosse minimamente interessante, il tutto in "Le ultime 24 ore", si riduce al tipico film d'azione, senza arte nè parte e senza il minimo guizzo creativo. La sceneggiatura segue schemi classicissimi e, dopo nemmeno troppo tempo, annoia abbastanza.

Voto: 4,5


Ogni cosa è segreta

USA 2014
Titolo Originale: Every Secret Thing
Regia: Amy Berg
Cast: Diane Lane, Elizabeth Banks, Dakota Fanning, Danielle Macdonald, Nate Parker, Common, Colin Donnell
Genere: Thriller, Drammatico



Visto su NowTV poco dopo il mio rientro dalle vacanze, il thriller con Diane Lane, Elizabeth Banks e Dakota Fanning mi ha tediato all'inverosimile. Tutto ruota attorno ad un crimine commesso ai danni di una famiglia, del quale viene accusata Alice, ragazzina obesa e depressa interpretata da Danielle Macdonald. Ciò provocheròà in lei forti ripercussioni psicologiche, che il film in questione si occuperà di mostrare allo spettatore. La pellicola vuole essere introspettiva creando in chi la guarda un forte impatto emotivo, ma non riesce mai davvero ad essere coinvolgente: ben diretta, sicuramente, e anche ben interpretata, ma alla lunga una visione del genere stufa, soprattutto per la sua sceneggiatura eccessivamente - e inutilmente a tratti - contorta.

Voto: 5

8 commenti:

  1. “Le ultime 24 ore” ha annoiato parecchio pure me, devo ancora recuperare “Ghost Stories” invece. Ho un paio di anime che vorrei vedere, devo metterci dentro anche questo tuo consiglio, con il basket mi compri sempre facile ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kuroko no Basuke è un anime molto carino. Devi però pensare più ad un Holly e Benji sulla palla a spicchi, con tiri e poteri speciali, più che a uno Slam Dunk, decisamente più "realistico".

      Le ultime 24 ore malissimo e Ghost Stories procede lento lento, un po' mi ha deluso visto come pomposamente era stato presentato.

      Elimina
  2. Anche tu oggi ti sei dato alle carrellate? Io pure, e ugualmente ho pochi spunti, pochi film da consigliare: di questi, nonostante il poco entusiasmo, recupererò giusto Ghost Stories. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo faccio alla fine di ogni mese, da quest'anno. A Luglio avevo poco da raccogliere e quindi ho raddoppiato. Insomma, nulla di che da proporre in questi due mesi, ecco.

      Elimina
  3. Mannaggia, gli sdraiati mi incuriosiva, ma il tuo 4.5 smorza molto..Bisio piace molto anche a me, si può fare è veramente un bellissimo film!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà penso sia un film che a una persona che non sono io potrebbe pure piacere. A me purtroppo ha ammorbato all'inverosimile. Bisio mi è simpatico come attore di commedie, nel drammatico mi ha convinto solo in quel film, negli altri l'ho trovato quasi sempre fuori posto...

      Elimina
  4. Ho visto solo Ogni cosa è segreta, la recensione ci sarà nei peggiori di settembre, e comunque 5 è anche troppo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è tecnicamente quasi ineccepibile. Peccato che sia noioso a morte.

      Elimina

Quando commentate ricordate che si sta pur sempre parlando di opinioni, quindi siate educati. Apprezzo sempre una punta di sarcasmo, sarò il primo a tentare di rispondervi a tono.

Non sono in cerca di prestiti ultravantaggiosi, ma sono ben disposto verso le donazioni spontanee!